Il presidente della Lega di B: “Speriamo che il Palermo vada in mani giuste”

Il presidente della Lega di B: “Speriamo che il Palermo vada in mani giuste”
22 febbraio 2019

“Speriamo che il Palermo vada in mani giuste”, lo ha detto Mauro Balata, presidente della Lega Serie B. “Non sono né amministratore né proprietario del Palermo ma sono impegnato affinché si possa capire quale sarà la destinazione che avrà questa società che rappresenta un territorio importantissimo e una tifoseria appassionata e incredibile. Io ho già attivato più volte comunicazioni attraverso la Lega nei limiti di ciò che possiamo fare per avere trasparenza e lealtà che è quello che noi chiediamo a tutte le nostre società”.

“Quello che posso fare -ha continuato Balata- è vigilare. Avete notato che la precedente proprietà, la fantomatica proprietà inglese, non c’è più. Adesso stiamo aspettando di avere notizie certe. Io sono impegnato come Lega assieme alla Figc, al sindaco di Palermo e alle istituzioni per capire in maniera certa e trasparente quale sarà la nuova proprietà. La società va tutelata anche per i dipendenti”.

Il presidente svela anche le novità per il futuro. “Spero di portare delle sorprese sull’introduzione del Var nel campionato di serie B prossimamente. È da un anno che lavoro sul Var un po’ sotto traccia, ci sono delle problematiche legate ai regolamenti internazionali, Fifa e Ifab, e problematiche legate all’Aia. La classe arbitrale è stata formata prima per il campionato di serie A in via sperimentale”. E dal prossimo anno “la B torna a 20 squadre, è una nostra vittoria, nel 2003 si passò a 24 squadre, poi stabilmente a 22, la speranza è che si riesca a fare una riforma in tutti i campionati e in tutte le Leghe. C’è chi soffre molto più di noi e spero che questa riflessione venga fatta a 360 gradi”, ha confermato il dirigente.

Balata inoltre ha evidenziato che il campionato di B “sta dando dei risultati splendidi, è un campionato bellissimo, si è alzato il livello tecnico, abbiamo un numero di spettatori in crescita. Dal punto di vista dei risultati economici siamo molto soddisfatti, abbiamo incrementato le risorse. C’è anche grande impegno dal punto di vista della responsabilità sociale”.


Condividi:


Commenti