Il ‘campo di patate’ costa caro al Cosenza: vittoria a tavolino per l’Hellas Verona

Il ‘campo di patate’ costa caro al Cosenza: vittoria a tavolino per l’Hellas Verona
14 settembre 2018

Cosenza-Hellas Verona finisce 0-3, ma a tavolino: è la decisione del giudice sportivo della serie B in merito al match del 1° settembre (seconda giornata), rinviato per impraticabilità del campo. Gli scaligeri salgono così a 4, la squadra di casa paga il campo con le zolle ballerine e rimane ad 1.

Queste le motivazioni della sentenza del giudice sportivo: “Letto il rapporto dell’arbitro, unitamente all’allegata riserva scritta di reclamo effettuata dalla società Hellas Verona e al supplemento di rapporto, documenti in cui si evince che è indubbia l’impraticabilità del terreno di giuoco, per come risulta dal rapporto e dal supplemento di rapporto dell’Arbitro, dai quali emerge che la gara in oggetto non è stata disputata in quanto ‘non sussistevano le condizioni per garantire l’incolumità fisica dei partecipanti all’incontro, a causa delle condizioni del terreno di gioco in alcune zone dello stesso’ e considerato che le precarie condizioni del terreno di giuoco, tali da non consentire il regolare svolgimento della gara del 1 settembre 2018, erano a conoscenza della soc. Cosenza, per come emerge dall’esame di vari documenti”.

LEGGI ANCHE:

Messico, nel campo da gioco… un cratere di 6 metri

Caso plusvalenze fittizie, -3 per il Chievo Verona (la richiesta era di 15): riparte da -2 in classifica

 


Condividi:


Leggi anche:
Il CONI dà ragione alla Virtus Entella: deve tornare in Serie B. Ma nel frattempo ha esordito in C... Ed il TAR smentisce sé stesso
Commenti