Il Mondiale “is coming home”? L’Inghilterra vola in semifinale e convince, fuori la Svezia

Il Mondiale “is coming home”? L’Inghilterra vola in semifinale e convince, fuori la Svezia
7 luglio 2018

“Football is coming home”, “il calcio sta tornando a casa”: questo il coro che domina fra i tifosi dell’Inghilterra, che a Samara vince e convince: batte 2-0 la Svezia con le reti di Maguire (30′) e Dele Alli (59′); deve ringraziare anche Pickford autore di 2 interventi prodigiosi ma avrebbe davvero potuto segnare almeno altri 3-4 goal.

Troppo, troppo rinunciataria la Svezia, che preme davvero sull’acceleratore solo sul doppio svantaggio senza peraltro riuscire a concretizzare i suoi sforzi nelle proiezioni offensive.

Uno Sterling decisamente poco ispirato (sempre bravo a farsi trovare in area, fallisce puntualmente l’occasione da rete) la ragione principale del risultato contenuto.

Convince in particolare la manovra offensiva, buona anche l’organizzazione dietro; la nazionale dei 3 Leoni può inoltre contare su Kane (finora capocannoniere con 6 reti) e soprattutto su uno spirito nuovo: non è più l’Inghilterra naive e fragile psicologicamente del passato, lo dimostrano anche i quarti guadagnati dagli 11 metri.

SEMIFINALI. La squadra di Gareth Southgate affronterà in semifinale (mercoledì 11) la vincente di Russia-Croazia, in programma alle 20.

Hanno già staccato il pass per il prossimo turno la Francia, che s’impone sull’Uruguay (complice un Muslera versione Karius); ed il Belgio, a sorpresa vincitore sul favoritissimo Brasile.

Ma questo sembra proprio il Mondiale delle sorprese: 18 delle precedenti Coppe del Mondo sono già fuori, rimangono appunto la Francia (Mondiale 1998) e l’Inghilterra, il cui unico titolo risale al lontano 1966: 52 anni fa.

Ma, giurano da quelle parti, football is coming home.

TABELLINO.

Svezia-Inghilterra 0-2. Marcatori: 30′ Maguire, 59′ Alli

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth (85′ Jansson), Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Ekdal, Larsson, Forsberg (65′ Mart. Olsson); Berg, Toivonen (65′ Guidetti). All. Andersson

Inghilterra (3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Trippier, Lingard, Henderson (85′ Dier), Alli (77′ Delph), Young; Sterling (91′ Rashford), Kane. All. Southgate

Arbitro: Kuipers (Olanda). Ammoniti: Maguire, Guidetti, Larsson

 


Condividi:


Commenti