Play-off, Palermo in rimonta sul Frosinone: con un pareggio per la squadra di Stellone è Serie A

Play-off, Palermo in rimonta sul Frosinone: con un pareggio per la squadra di Stellone è Serie A
14 giugno 2018

Termina 2-1 l’andata della finale play-off di Serie B tra Palermo-Frosinone, davanti al 29 mila dello stadio Renzo Barbera: passano al 5′ gli ospiti con Ciano, i rosanero acciuffano il pari sul finire del primo tempo con La Gumina; la vittoria arriva in conseguenza dell’autorete di Terranova all’81’.

Il ritorno al ‘Benito Stirpe’ sabato 16, alle 20.30. In virtù del miglior piazzamento nella stagione regolare (terzi vs quarti), i ciociari conquisteranno la Serie A con una vittoria, qualsiasi sia il punteggio; grazie al successo di ieri sera, alla squadra di Stellone basta un pari.

Grande cuore Palermo, che dopo esser finito sotto si riversa nella metà campo avversaria cogliendo prima del riposo un pareggio preziosissimo anche dal punto di vista psicologico; su questo aspetto mostra ancora fragilità l’11 di Longo, che aveva già buttato alle ortiche la promozione diretta facendosi recuperare dal Foggia nel finale dell’ultima giornata.

SINTESI DEL MATCH. A sorpresa Stellone schiera Dawidowicz dietro per un’inedita difesa a 3, in avanti Coronado dietro le punte: si rivede il capitano e bomber Nestorovski, di recente qualche panchina per lui. Longo rispolvera Sammarco, in mezzo Paganini e Koné.

Dopo appena 5 minuti Ciano ammutolisce il pubblico di gara con una gran rete, per quanto forse un pizzico fortunosa: colpisce di controbalzo dalla distanza, ne risulta una parabola che lenta ma precisa s’infila sotto il sette alle spalle di Pomini, cui non resta che guardare.

All’8′ contatto tra Terranova e Nestorosvki nell’area del Frosinone, Chiffi lo giudica regolare.

Il Palermo preme e schiaccia l’avversario nella sua metà campo, al 15’ Nestorovski lancia La Gumina che però viene anticipato dall’estremo difensore avversario Vigorito.

Al 23′ altro episodio dubbio area: Gori trattiene per la maglia Nestorosvki mentre stacca di testa in area.

Al 30′ Dawidowicz svetta di testa su corner, la palla termina a lato.

I rosanero trovano infine il pari, appena prima del riposo: Coronado serve La Gumina che dal limite insacca a fil di palo.

Nella ripresa il Palermo continua a spingere: al 16′ Aleesami pesca La Gumina in area, la conclusione del canterano rosanero è imprecisa.

Stellone aumenta il peso offensivo inserendo Trajkovski per Rispoli.

La costante pressione della squadra di casa, con un Frosinone eccessivamente rinunciatario e rintanato in difesa, paga all’81’, seppur con la complicità del pasticcio di Terranova: sugli sviluppi di  un’azione d’angolo il centrale frusinate, nel tentativo di anticipare l’avversario, devìa nella propria rete.

Solo a quel punto arriva la reazione ospite, ma troppo timida; anzi l’occasione capiterebbe sui piedi di Aleesami, che potrebbe firmare il 3-1 ma sbaglia da ottima posizione, alzando troppo la conclusione: per sua fortuna, gioco fermo per fuorigioco.

INTERVISTE. Così capitan Nestorovski a Sky Sport commenta il match: “Voglio ringraziare questo pubblico, sono stati fondamentali soprattutto dopo lo svantaggio iniziale dopo 5′. Per noi era ultima gara davanti al nostro pubblico, voglio davvero dir loro grazie.

Ancora non è fatta, ma se giochiamo come oggi ce la possiamo fare. Siamo una squadra non 10, ma 20 volte migliore di loro.

Ora riposiamo due giorni e andiamo a Frosinone per conquistare la Serie A. Con Stellone è tutto a posto: ho giocato, sono contento”.

Le parole del tecnico Longo, ancora all’emittente satellitare: “Devo comunque fare i complimenti ai miei perché hanno dato tutto contro una grande squadra e un tifo molto caldo.

In generale il Palermo non ha fatto molto oltre i goal. Siamo ancora in corsa. Non abbiamo nulla da perdere, cercheremo di imporre il nostro gioco e cercheremo di regalarci una gioia”.

TABELLINO. Palermo-Frosinone 2-1.

Marcatori: 5′ Ciano (F), 45′ La Gumina (P), 81′ aut. Terranova (P)

Palermo (3-4-1-2): Pomini; Rajkovic, Struna (76′ Szyminski), Dawidowicz; Rispoli (68′ Trajkovski), Murawski, Jajalo, Aleesami; Coronado; Nestorovski, La Gumina (89′ Rolando). All. Stellone.

Frosinone (3-5-2): Vigorito; M. Ciofani, Terranova, Kranjc; Paganini (62′ Frara), Sammarc (85′ Maiello), M. Gori, Koné, Crivello; Dionisi, Ciano (78′ Citro). All. Longo.

Arbitro: Chiffi di Padova.

Ammoniti: 80′ Murawski (P), 93′ Frara (F)

LEGGI ANCHE: Inchiesta Figc su Spezia-Parma. Sms sospetti tra giocatori delle due squadre


Condividi:


Commenti