Germania, saluto nazista nelle giovanili del Lok Lipsia: squadra sospesa e licenziati i due tecnici

Germania, saluto nazista nelle giovanili del Lok Lipsia: squadra sospesa e licenziati i due tecnici
5 maggio 2018

Choc in Germania: i 19 ragazzi classe 2003 e 2004 del Lokomotive Lipsia hanno posato in foto con il saluto nazista, il tipico braccio teso. La società ha sospeso la squadra fino al termine della stagine e licenziato i due tecnici, in particolare il vice è stato anche denunciato: avrebbe incoraggiato a scattare la foto in questione.

La prima squadra milita attualmente in Regionalliga Nordost, divisione regionale della quarta serie, ma è nota per aver vinto 3 titoli nei primi anni del XX secolo e soprattutto il primo campionato in assoluto in Germania, nel 1903.

I 15enni e 14enni del Lok, come viene in genere chiamato il club, hanno deciso di scattarsi una foto di squadra nella quale vengono ritratti mentre fanno il saluto nazista. L’immagine doveva girare fra i profili Whatsapp dei ragazzi ma, giunta a un dirigente, la società ha deciso di intervenire immediatamente.

Sospesa l’intera squadra, i ragazzi frequenteranno un corso di storia su iniziativa del club.

Stando ad una prima ricostruzione i giovani sarebbero stati incentivati dal vice-allenatore Sebastian M. a scattare la foto in questione, il mister Daniel H. invece sarebbe stato solo a conoscenza della cosa e la sua responsabilità risiederebbe dunque nel non l’essersi opposto.

Entrambi licenziati, per Sebastian M. è scattata invece anche la denuncia, rischiano fino a 3 anni di carcere.

Thomas Löwe, presidente del club, ha spiegato il piano della Lok. Lipsia: “Siamo tutti scioccati. I ragazzi sanno che hanno commesso un errore gravissimo ma non vogliamo perderli umanamente, bensì riportarli sulla retta via.

Le discriminazioni non appartengono né al nostro club né allo sport. Da noi giocano 250 giovani di 22 nazioni diverse e siamo fieri di ciò”.

LEGGI ANCHE:

A Düsseldorf copiano la vergogna degli ultrà Lazio: Anne Frank con la maglia dello Schalke 04

Tifosi rispondono a cori razzisti ed antisemiti: club multato, ma si rifiuta di pagare e rischia l’esclusione


Condividi:


Commenti