Reina fa le visite mediche per il Milan: Donnarumma, sarà addio (direzione PSG o United)?

Reina fa le visite mediche per il Milan: Donnarumma, sarà addio (direzione PSG o United)?
12 marzo 2018

Dopo la partita di San Siro contro l’Inter il portiere 35enne del Napoli Pepe Reina s’è trattenuto a Milano, dove ha sostenuto le visite mediche per il Milan: firmerà un biennale da 3 milioni netti a stagione, ma i tifosi si domandano soprattutto se questo sia il preludio all’addio di Gianluigi “Gigio” Donnarumma, con il PSG principale indiziato per l’acquisto e il Manchester United subito dietro.

L’estate scorsa (ma già l’inverno precedente) il portiere spagnolo e Aurelio De Laurentiis sono entrati in contrasto per la questione contrattuale: Reina voleva il rinnovo, il presidente dei partenopei non ha però ceduto.

Così l’ex Villareal e Liverpool (che nel capoluogo meneghino s’è anche fermato per fare shopping) s’è accordato con i rossoneri, nelle cui fila militerà dalla prossima stagione. Ma da secondo di Donnarumma o al suo posto?

Proprio lo stipendio fa decisamente propendere per la seconda ipotesi: assai difficile che qualcuno (fatta forse eccezione per le due big spagnole e 2-3 big inglesi) versi circa 11 milioni lordi in 2 anni per un portiere di riserva.

Come noto, dall’estate scorsa più volte la dirigenza milanista e l’agente del giovane portiere, Mino Raiola, sono entrati in contrasto: alla fine l’ha spuntata la società, che però, tenendo in considerazione i conti, può essere costretta a cedere un big.

Anche perché altrimenti, data la difficilissima situazione finanziaria della proprietà (recente l’inchiesta in tal senso del Corsera), il rischio di finire in mano al fondo Elliott è reale.

Spinge in continuazione in questa direzione Raiola e l’ha fatto fino alla settimana scorsa, consigliando apertamente (e non disinteressatamente) al suo assistito di lasciare.

Leggi anche:
Frosinone in Serie A, 2-0 sul Palermo. Ma che pasticcio l'arbitro sulla punizione/rigore di Coronado

DOVE? PSG, Manchester United, Real Madrid: queste le tre possibili destinazioni. I francesi sono quelli disposti a pagare di più, Mourinho lo prenderebbe subito e lo United avrebbe il vantaggio (rispetto al PSG) del maggior prestigio. Un filo indietro appaiono i Blancos, perché meno determinati nella corsa all’estremo difensore.

QUANTO? Altra questione, non di secondo piano: quanto può ricavare il Milan? Si è parlato a lungo di una clausola da 70 milioni, che diventerebbe però di 40 in caso di mancato accesso alle coppe. Ma non è nemmeno chiaro se questa clausola esista davvero, che sia duplice o meno.

Sono arrivate infatti alcune settimane fa le lamentele di Raiola sul mancato deposito in Lega della parte di contratto relativa alla clausola.

E (probabilmente ancora con la regìa di Raiola) la denuncia del portiere al Milan per condotta vessatoria, passata un po’ sotto silenzio ma che potrebbe indurre il club, ancor più delle necessità economiche, a liberarsi per la giusta cifra di una risorsa che rischia di diventare un problema.

In questo contesto (la clausola c’è o non c’è?) è anche difficile parlare di cifra, anche perché in caso di cessione è prevedibile un braccio di ferro tra società e agente, interessato a tenerla più bassa per alzare la propria commissione.


Condividi:


Leggi anche:
Frosinone in Serie A, 2-0 sul Palermo. Ma che pasticcio l'arbitro sulla punizione/rigore di Coronado
Commenti