Nazionale, la clamorosa apertura di Ancelotti: “Non è un’ipotesi lontana”

Nazionale, la clamorosa apertura di Ancelotti: “Non è un’ipotesi lontana”
12 marzo 2018

Era stato dato fra i candidati top per la Nazionale, poi scartato dopo il suo rifiuto, netto e ripetuto: ora Ancelotti sembra però averci ripensato e la sua apertura all’ipotesi di guidare l’Italia è chiara.

“Non è un’ipotesi lontana”, ha dichiarato a Radio Anch’io lo sport, trasmissione di approfondimento sportivo di Radio 1 in onda lunedì mattina.

I NOMI DI COSTACURTA. Due cicloni hanno scosso negli ultimi mesi il calcio italiano: l'”apocalisse” dell’eliminazione nel play-off mondiale e la mancata nomina di un presidente federale, che ha portato al commissariamento.

All’indomani della sua nomina di vice-commissario FIGC con l’incarico di individuare il nuovo c.t. della Nazionale, l’ex bandiera rossonera Costacurta ha individuato 4 nomi per il ruolo di c.t., fra cui quello del tecnico di Reggiolo che però si è defilato in due successive occasioni, dichiarando di preferire il lavoro quotidiano e di voler per questo ancora allenare i club.

Ma a 58 anni e dopo i grandi successi in diversi Paesi europei, forse il desiderio di completare il cursus honorum con la Nazionale comincia a farsi sentire.

Queste le sue parole ai microfoni del programma RAI: “Conosco molto bene Costacurta, siamo legati e lo sentivo anche prima che diventasse vice-commissario. È ancora presto per prendere decisioni definitive sulla Nazionale, è giusto prendersi del tempo, anche per valutare il lavoro che Di Biagio può fare”.

Poi la domanda diretta, sull’ipotesi di una Nazionale sotto la sua guida: “Non è un’ipotesi lontana. La mia idea sarebbe di allenare tutti i giorni e solo per quello continuo a nutrire un dubbio. E poi io ufficialmente sono ancora sotto contratto [con il Bayern Monaco, n.d.r.], come altri allenatori che in questo momento non possono essere contattati”.

Leggi anche:
Thuram attacca Salvini (e gli Italiani): "Mi vergognerei ad essere rappresentato da uno come lui"

La chiusura di poche settimane fa si è trasformata in “dubbio” e “ipotesi non lontana”.

Con la possibile conclusione dell’avventura di Conte al Chelsea a fine stagione, sembrano tornare in pista entrambi i tecnici che fin dal primo momento erano stati considerati come le prime scelte.


Condividi:


Leggi anche:
Europa League, Milan e Lazio vincono ma che fatica contro le "cenerentole"
Commenti