Napoli in Olanda per i 3 punti, senza Insigne e con un orecchio in Ucraina

Napoli in Olanda per i 3 punti, senza Insigne e con un orecchio in Ucraina
6 dicembre 2017

Il Napoli si gioca stasera a Rotterdam contro il Feyenoord la qualificazione agli ottavi di Champions League, ma prestando un orecchio a quanto accade in Ucraina: oltre alla vittoria serve la contemporanea sconfitta dello Shakthar Donetsk.

Dopo 60 partite giocate da titolare di fila Lorenzo Insigne, nemmeno convocato, si ferma a causa della pubalgia: non giocherà Ounas (né Giaccherini) al suo posto come ci si potrebbe aspettare, bensì il polacco Zielinski, autore del secondo goal contro lo Shakthar.

LA QUALIFICAZIONE. La classifica del girone F recita: Manchester Cty 15 (già certo del primo posto), Shakhtar 9, Napoli 6, Feyenoord 0.

Il Napoli passerebbe a parità di punti in virtù del vantaggio negli scontri diretti: 1-2 in Ucraina, vittoria 3-0 al San Paolo.

LE FORMAZIONI UFFICIALI. In difesa Maggio viene preferito a Mario Rui, Hysaj spostato sulla fascia sinistra. A centrocampo Diawara e non Jorginho. Fra gli olandesi, forfait dell’ultima ora di Van Bronckhorst, sull’esterno va il classe ’99 Malacia.

FEYENOORD (4-3-3): Vermeer; Nieuwkoop, van Beek, Tapia, Malacia; Amrabat, Toornstra, Vilhena; Berghuis, Jorgensen, Boetius. 

A disposizione: Jones, St. Juste, Larsson, Basacikoglu, Diks, Kramer, Hansson. All. van Bronckhorst

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Zielinski.

A disposizione: Sepe, Mario Rui, Chiriches, Jorginho, Rog, Ounas, Giaccherini. All. Sarri.

SHAKHTAR-MANCHESTER CITY. In molti si interrogano su quanto i Citizens manterranno la concentrazione avendo già ottenuto il primo posto e qualcuno ha osservato che la vera sfortuna del Napoli è stata affrontare la squadra di Guardiola in un momento diverso del girone.

Guardiola schiera nella formazione titolare due giovani, il centrale 20enne Adarabioyo e il 17enne centrocampista Phil Foden; ma non solo, diverse le riserve che scenderanno in campo: il centrale Mangala, l’ormai 34enne Yaya Toure, Sané in attacco.

Leggi anche:
Shakhtar-Roma, Totti: "Per quello che c'era è andata bene. Ma campionato più importante"

De Bruyne assente per squalifica, David Silva assente per infortunio. In panchina Sterling e Aguero.

SHAKHTAR (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitskiy, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra.

A disposizione: Shevchenko, Khocholava, Dentinho, Patrik, Petriak, Azevedo, Kolavenko. All. Fonseca.

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Danilo, Adarabioyo, Mangala, Foden; Gundogan, Fernandinho, Touré; Bernardo Silva, Gabriel Jesus, Sané.

A disposizione: Bravo, Walker, Sterling, Aguero, Otamendi, Duhaney, Diaz.

Shakhtar quasi al completo, manca il solo difensore centrale Kryvtsov, sostituito da Ordets, oltre all’altro centrale Srna al posto del quale da diverse settimane ormai è schierato Butko.

Si gioca nel Kharkiv Metalist Stadium a 300 km circa da Donetsk, il cui impianto cittadino è stato distrutto nella guerra russo-ucraina.



Leggi anche:
Europa League, l'Atalanta becca il Dortmund, per il Napoli i "bibitari". Va meglio a Napoli e Milan
Commenti