Allegri twitta e se la prende con Higuain, Pjanic: “Ci state sempre addosso”

Allegri twitta e se la prende con Higuain, Pjanic: “Ci state sempre addosso”
13 settembre 2017

Reazioni forti in casa Juventus dopo la netta sconfitta con il Barcellona al Camp Nou: Allegri cerca di dare la scossa ed invita i suoi a non complicare le cose semplici via Twitter, Pjanic se la prende con la stampa: “Ci state sempre addosso, ma risponderemo come sempre”.

Davvero grintoso ai microfoni il bosniaco, sia verso la stessa squadra che verso la stampa, peraltro in un italiano veramente impeccabile: “Avevamo fatto un bel primo tempo, eravamo in partita ed avevamo avuto occasioni. Ma non si può prendere un goal così.

“E quando loro sono in vantaggio tengono bene la palla e giocano da grande. Potevamo far meglio: ci servirà da lezione. Siamo solo all’inizio, ma è un peccato.

Poi l’attacco ai media: “Siamo alla prima: state esagerando con noi, ci state sempre addosso. La squadra risponderà come ha sempre fatto. Stasera c’era da fare meglio ma abbiamo perso contro una grande squadra e avevamo tante assenze” (Marchisio, Chiellini e Khedira, oltre a Cuadrado squalificato).

“L’importante è imparare dagli errori, con più aggressività in attacco potevamo fare gol: ci servirà da lezione per le prossime”.

Sembra passato un secolo dai quarti di finale dell’anno scorso, dove la Juventus dominò in casa e pareggiò comodamente al Camp Nou. Così Allegri: “Eravamo stati bravi offensivamente a sfruttare le occasioni, ma questa è un’altra Champions”.

“I ragazzi hanno fatto un bel primo tempo, poi è normale che bisogna sfruttare le occasioni che ti capitano. Ne abbiamo avute parecchie e non siamo stati bravi a concretizzarle, mentre hanno quel giocatore, Messi, che alla prima occasione ti cambia le partite. Nella ripresa non abbiamo avuto la forza nel secondo tempo di tenere viva la partita”.

Leggi anche:
Batistuta alla tv della Fifa: "Restare alla Fiorentina la scelta migliore della mia vita"

Il tecnico sintetizzerà il suo pensiero in proposito con un tweet nella notte: “Quando si sbagliano cose semplici, è impossibile vincere partite complicate”.

“In questa partita non potevamo giocare all’arma bianca e paradossalmente abbiamo preso tre gol su tre ripartenze… Abbiamo sbagliato molto, non abbiamo avuto la forza di stare dentro la partita fino alla fine”.

Poi la tirata d’orecchie ad Higuain, spettatore non pagante al Camp Nou: “Deve stare più tranquillo in queste gare, a volte sbuffa e abbassa troppo la testa… Non bisogna pensare di venire a Barcellona e dominare, non dobbiamo essere presuntuosi. Dobbiamo ripartire dal primo tempo”.

Molto nervoso l’argentino: oltre a chiedere ai compagni un pressing che lui per primo non ha effettuato, mostra il medio ai tifosi avversari. Continua la “sindrome da partite importanti” per il “Pipita”, apparso ancora oltretutto leggermente appesantito.



Leggi anche:
Bonucci, parla la moglie Martina Maccari: "Allegri? Ognuno ha preso le sue decisioni"
Commenti
array(12) { [0]=> int(83313) [1]=> int(83034) [2]=> int(82882) [3]=> int(82762) [4]=> int(82762) [5]=> int(83786) [6]=> int(83753) [7]=> int(83731) [8]=> int(83731) [9]=> int(83801) [10]=> int(83792) [11]=> int(83773) }