Spa, vince Hamilton su Vettel. Faida interna Force India, Alonso umilia (a ripetizione) il suo team

Spa, vince Hamilton su Vettel. Faida interna Force India, Alonso umilia (a ripetizione) il suo team
27 agosto 2017

A Spa trionfa Hamilton davanti a Vettel che riesce comunque a chiudere con un secondo posto prezioso in una pista considerata favorevole alle Mercedes. Chiude terzo Ricciardo davanti a Raikkonen, penalizzato con uno stop & go di 10 secondi per non aver rallentato in regime di bandiera gialla.

Ad animare la gara tre fattori: il doppio sorpasso subito da Bottas, Alonso che umilia ripetutamente il suo team via radio e la “faida” interna ai piloti della Force India Ocon e Perez, che già a Baku si erano scontrati e che vivono in modo piuttosto acceso la loro rivalità, evidentemente per guadagnare i galloni di prima guida della squadra.

Anche oggi si arriva allo scontro: tentativo di sorpasso di Ocon su Perez, quest’ultimo in entrata di Eau Rouge chiude contro il muro il suo compagno, in seguito al contatto il messicano buca e sarà costretto al ritiro, perdendo anche la parte esterna della gomma.

E poi c’è il capitolo Alonso: in grave difficoltà con la sua McLaren, il due volte campione del mondo infila in serie le seguenti comunicazioni via radio: “imbarazzante”, “posso superare solo Vandoorne [cioè il compagno di squadra]” e “da questo momento chiudo le comunicazioni”. Terminerà la gara anzitempo per problemi meccanici.

Quanto alla gara, Hamilton, forte di una Mercedes oggi superiore, riesce a controllare senza troppi patemi i tentativi di sorpasso di Vettel, mentre Bottas si appisola su un rettilineo e si fa sorpassare in una sorta di panino contemporaneamente da Ricciardo e da Raikkonen.

Week-end perfetto per Hamilton: GP n. 200, record di pole di Schumacher eguagliato e vittoria. Distacco dimezzato da Vettel, da 14 a 7 punti: in classifica generale continua a guidare il tedesco, fresco di rinnovo fino al 2020, con 220 punti, davanti all’inglese che raggiunge quota 213; a seguire Bottas 179, Ricciardo 132, Raikkonen 129.

Negativa la prova di entrambi i finlandesi: incredibile il doppio sorpasso già ricordato, subito da Bottas; spettacolare il sorpasso del ferrarista, ma con la complicità del connazionale e dopo aver perso diverse posizioni per la penalità. Inoltre, non prova fino in fondo a passare Ricciardo e lottare per il podio.

Nella costruttori Mercedes 392, Ferrari 348, Red Bull 199. E dal prossimo GP le Frecce d’Argento potranno contare sul vantaggio di poter consumare più olio.

 

 


Condividi:


Commenti