Tra Juve-Monaco la rivincita di due anni fa. Sfida tra Dybala e Mbappè

Tra Juve-Monaco la rivincita di due anni fa. Sfida tra Dybala e Mbappè
21 aprile 2017

Juventus e Monaco, la rivincita. Le due squadre si ritroveranno di fronte, dunque, nelle semifinali di Champions League. Successe nel 1997/98 e, più recentemente, nel 2015, ma ai quarti. Tutte e due le volte, la Juve arrivò in finale, perdendola, contro il Real Madrid e contro il Barcellona. Leonardo Bonucci, dunque, ci ha preso ancora. Il difensore aveva auspicato di incontrare i francesi e così è stato. Sulla carta, è il vaso di coccio tra quelli di metallo, un sorteggio benigno, dunque. Almeno sulla carta.

Perché i francesi sono una squadra insidiosa, che può contare sull’astro nascente del calcio europeo, la rivelazione Mbappè, una sorta di alter ego di Paulo Dybala. Il diciottenne francese di origini camerunesi è uno spauracchio: ha segnato contro il Manchester City e contro il Borussia Drotmund. In totale, 5 gol in 7 presenze, per lui. Il Monaco ha raggiunto le semifinali Champions per la prima volta dal 2004. Nel 1998, la Juventus vinse nettamente all’andata, un 4-1 senza discussioni, perdendo al ritorno 3-2. Del Piero segnò una tripletta, con Zidane che completò il poker. Nel ritorno, Amoruso portò in vantaggio i bianconeri, un autogol di Conte provocò il pareggio; Henry riportò avanti i francesi, poi Del Piero firmò il 2-2, prima del gol definitivo e inutile di Spehar. Nel 2014/15 per la Juventus, non fu una passeggiata: 1-0 a Torino e 0-0 nel Principato. Il gol decisivo lo segnò Arturo Vidal, su rigore (discusso), al 57′. Sulla panchina dei monegaschi, allora come oggi, c’era il portoghese Leonardo Jardim, che sta portando i biancorossi a vincere lo scudetto, spodestando dal trono il PSG, dopo un lustro.

Leggi anche:
Cuadrado spoilera la maglia della Juve per il prossimo campionato

Sarà la sfida contro tante vecchie conoscenze del nostro calcio, a partire da Morgan De Sanctis, ex di turno, visto che è cresciuto nelle giovanili della Juve, per passare all’ex Bari, Palermo e Sampdoria Andrea Raggi, mentre per il polacco Kamil Glik la sfida avrà il sapore del derby, essendo l’ex capitano del Torino, oltre a aver giocato a Palermo. Da tenere d’occhio, comunque anche i vari Joao Moutinho, Tiemouè Bakayoko, oltre ovviamente a Radamel Falcao, la star della squadra, prima del sorgere dell’astro di Mbappè. La gara di andata si giocherà a Monte Carlo, il 3 maggio; il ritorno a Torino il 9.



Leggi anche:
Luciano Moggi riparte dall'Albania: sarà consulente del Partizani Tirana
Commenti
array(12) { [0]=> int(69419) [1]=> int(69960) [2]=> int(69742) [3]=> int(69495) [4]=> int(69495) [5]=> int(70149) [6]=> int(70148) [7]=> int(70145) [8]=> int(70145) [9]=> int(70134) [10]=> int(70127) [11]=> int(70123) }