Search
Renzi e Nibali

Vincenzo Nibali, “Le Iene” insinuano il doping. Lo Squalo querela: “I miei controlli sono regolari”

Il nome di Vincenzo Nibali non lo hanno fatto ma i riferimenti nel servizio de “Le Iene” erano tutti per il ciclista siciliano, il quale ha subito risposto via social network: “I miei controlli sono regolari i problemi sono per i diffamatori!”, ha scritto lo “Squalo” nato a Messina accompagnando la frase con la foto dei controlli antidoping dopo la sua vittoria al Campionato Italiano del 2015. Il documento, che è datato 27 giugno 2015, è stato postato per confutare le insinuazione della popolare trasmissione televisiva sulla genuinità delle prestazioni del campione.

Nell’intervista a Francesco Reda, secondo nella gara incriminata e poi squalificato fino al 2023 per essere stato trovato positivo all’EPO, il calabrese avrebbe raccontato che il controllo di Nibali fu più rapido di tutti e che la sua positività sarebbe il frutto di una sorta di macchinazione per la quale è stato incastrato. Immediata la risposta di Nibali, il quale attraverso Facebook e Twitter ha voluto ribadire la sua lotta contro il doping sostenuto da migliaia di like di tifosi e appassionati di ciclismo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *