Mihajlovic va via? Ferrero: “Nessuno è indispensabile”

Mihajlovic va via? Ferrero: “Nessuno è indispensabile”
13 aprile 2015

La Sampdoria pareggia a San Siro, in casa del Milan nel posticipo della 30esima giornata e il presidente Massimo Ferrero esulta perché la squadra vede sempre più avvicinarsi un posto in Europa con sette punti di vantaggio sul Milan: “Abbiamo fatto un’ottima gara ma avevamo un marziano in campo, Eto’o“.

“Sono andato a prenderlo a Londra, l’avevo scambiato per un cameriere”, ha raccontato a Sky il numero uno blucerchiato. Poi una battuta a Galliani che aveva svelato di che il Milan era stato quest’estate ad un millimetro dal prendere il camerunense. “Quel millimetro era io che stavo lì, quel millimetro conta”, ha ribattuto Ferrero.

E infine le frecciatine a Mihajlovic, che voci di mercato lo danno al Milan o al Napoli, comunque lontano da Genova. “Se lo perderò sicuro? Di sicuro non c’è niente. Papà mi ha insegnato che tutti siamo utili nessuno indispensabile. Paulo Sousa? Non so chi sia… Non capisco niente di calcio”, ha concluso il patron dei liguri con la solita verve.

Immediata la replica a distanza del tecnico serbo. Garbata ma decisa: “Il futuro non è scritto – ha detto Mihajlovic – alla base delle mie scelte c’è sempre il progetto. Non ho ancora deciso se rimanere, stiamo facendo un buon campionato e se andiamo in Europa avrò ripagato il mio debito di riconoscenza verso il club. Non posso prendere in giro la gente, quando deciderò lo dirò. Ma ancora non c’è nulla: sono troppo intelligente e maturo per farmi distrarre da queste voci e anche i miei giocatori sapranno farlo”.


Condividi:


Commenti