Formula Uno, Hamilton re di Shanghai, bene le Ferrari

Formula Uno, Hamilton re di Shanghai, bene le Ferrari
12 aprile 2015

Doppietta Mercedes al Gran Premio di Cina di Shanghai di Formula Uno, con Lewis Hamilton sul gradino più alto del podio e il secondo posto di Nico Rosberg.

Per la Ferrari un buon terzo posto con Sebastian Vettel, davanti all’altra Rossa di Kimi Raikkonen.

Altra coppia al quinto e sesto posto, con le Williams di Massa e Bottas; male le McLaren di Alonso e Button. La gara è finita con la Safety Car in pista, dopo che Max Verstappen (Toro Rosso) ha accusato problemi al motore nel tratto del traguardo, a due giri dalla fine.

Hamilton, Vettel e Rosberg

Hamilton, Vettel e Rosberg

Un gran premio all’insegna delle Mercedes che hanno staccato la Ferrari di Vettel fin dalla partenza e hanno gestito la gara perfettamente. “Abbiamo avuto un weekend tranquillo, abbiamo fatto tutte le sessioni bene e oggi il risultato si è visto – ha detto Hamilton, dopo la gara – Ho badato a tenere Nico dietro e tutto è andato bene. La Safety alla fine? Non mi ha aiutato, non ha aiutato nessuno, ha bloccato la tensione ma è importante che nessuno si sia fatto male e che tutti siano rientrati in sicurezza”.

C’è soddisfazione in casa Ferrari, dopo il terzo podio consecutivo della stagione. “È stata una gara buona, siamo più vicini alle Mercedes”, ha detto Sebastian Vettel. “Abbiamo provato a esercitare un po’ di pressione su di loro ma con le gomme medie erano più veloci di noi. Mi sento davvero bene, tre podi su tre e sono contento. Tutti stanno facendo un ottimo lavoro e speriamo di avvicinarci di più in futuro”.

Il team principal della Rossa, Maurizio Arrivabene, soddisfatto anche per il quarto posto di Raikkonen, guarda già avanti. “Abbiamo consolidato la nostra posizione, poi in Bahrain ne riparliamo”.

In classifica, Hamilton ha 68 punti, 13 in più di Vettel, a 55; terzo l’altro pilota Mercedes Rosberg a 51, mentre Raikkonen è quinto con 24 punti, dietro a Felipe Massa, quarto a 30 punti con la sua Williams.


Condividi:


Commenti