Le accuse di Spalletti a Totti: “Zitto tu che giochi a carte fino alle 2 di notte”

Le accuse di Spalletti a Totti: “Zitto tu che giochi a carte fino alle 2 di notte”
18 aprile 2016

La lite tra Spalletti e Totti c’è stata. Magari non sono arrivati allo scontro fisico (il tecnico ha smentito) ma negli spogliatoi di Bergamo sono volati gli stracci. Spalletti era furibondo per il pareggio con l’Atalanta, acciuffato proprio grazie ad un gol de capitano. Dopo l’espulsione l’allenatore della Roma avrebbe atteso i giocatori nel tunnel e sarebbero state parole grosse: “Non vincete mai, sono 10 anni che fate figure di m… e che sopporto certe combriccole”. A questo punto, secondo i testimoni, la risposta di Totti e la replica di Spalletti: “Zitto tu, che vai in giro per le camere a giocare a carte alle 2 di notte”.

“Il riferimento dell’allenatore – scrive Davide Stoppini della Gazzetta dello Sport – è a una serata prepartita che, sul piano degli orari, non sarebbe stata la migliore possibile per un ritiro, a maggior ragione prima di un match che si gioca alle 12.30. I toni si alzano ancora di più. E vengono ascoltati anche da chi è fuori dallo spogliatoio della Roma, avversari e dipendenti dell’Atalanta. Ma la cosa non degenera: inizialmente c’è chi parla di un contatto fisico tra i due, ma in realtà gli animi dei protagonisti sarebbero stati placati anche dall’intervento di alcuni calciatori”. Spalletti, anche attraverso il sito della Roma, ha dato la sua versione: “Quanto leggo mi sorprende molto visto che, essendo stato espulso, non sono rientrato nel sottopassaggio con i calciatori. Ho atteso i giocatori nello spogliatoio e ovviamente ho avuto delle cose da dire visto che non ero contento di come è andata la partita. Smentisco nel modo più categorico che ci sia stata una lite o peggio ancora un confronto fisico con chiunque dei miei calciatori. Io non metto le mani addosso ai miei giocatori. Adesso basta perdere tempo, da domani al lavoro per la gara contro il Torino”.

Nelle interviste del dopo partita, però, Spalletti ha rincarato la dose sminuendo la portata del gol di Totti che, di fatto, ha salvato la squadra giallorossa dalla sconfitta: “Quei gol Totti li fa anche tra 3 anni”, ha detto ai microfoni, aggiungendo anche che “Totti non salvato nulla, senza di lui in campo la Roma ha vinto 9 partite”. Insomma tra il tecnico e il capitano la convivenza sembra diventata impossibile nonostante nelle ultime due partite proprio il numero 10 della Roma sia stato decisivo. Cosa accadrà adesso? Intanto la società cercherà di mediare, almeno fino alla fine del campionato quando ci sarà il “liberi tutti”. Totti non rinnoverà il contratto da calciatore, il d.s. Sabatini andrà via e Spalletti avvierà la rifondazione della squadra: per il momento la richiesta – per tutti – è di mantenere bassa la tensione e di conquistare la Champions League. Per evitare ulteriori polemiche Totti resterà a disposizione di Spalletti mentre sembra scongiurata un’eventuale esclusione dalla rosa, così come il tecnico aveva pensato subito dopo l’episodio di domenica pomeriggio.


Condividi:


Commenti