Si fecero riprendere in un’orgia. Il Leicester li ha licenziati

Si fecero riprendere in un’orgia. Il Leicester li ha licenziati
17 giugno 2015

Il Leicester City ha licenziato i tre giocatori che si erano fatti riprendere mentre erano impegnati in un’orgia pronunciando frasi razziste, in Thailandia, durante una tournèe (guarda il video).

Il club ha notificato a Tom Hopper, Adam Smith e James Pearson (quest’ultimo figlio dell’allenatore Nigel Pearson) che sono stati risolti i loro contratti.
La decisione fa seguito alla conclusione di un’indagine interna e di un procedimento disciplinare.

In una nota, il Leicester City si dice ben consapevole della sua posizione, e di quella dei suoi giocatori, come rappresentanti della città di Leicester, della Premier League, della Football Association e dei sostenitori del club, e si impegna a promuovere un messaggio positivo della comunità e dei valori della famiglia e l’uguaglianza, e per sostenere gli standard tipici di un club con la sua storia, la tradizione e le aspirazioni. Il club non farà ulteriori commenti sulle indagini, la sua conclusione o di risultati.


Condividi:


Commenti