L’arbitro Abisso minacciato di morte. Ma l’errore sul rigore di Fiorentina-Inter è clamoroso

L’arbitro Abisso minacciato di morte. Ma l’errore sul rigore di Fiorentina-Inter è clamoroso
25 febbraio 2019

Non si placano le polemiche sull’arbitro Rosario Abisso dopo il rigore assegnato, e realizzato da Veretout, con l’ausilio del Var nella coda di Fiorentina e Inter.

Il direttore di gara, della sezione di Palermo, ha concesso il rigore del 3 a 3 alla squadra di Pioli nell’ultimo minuto scatenando la rabbia di Spalletti ma anche le minacce dei social. “So ke sei di qua di Palermo giuro ke mi giro tutta la città per trovarti”, è ad esempio il contenuto di un post nei suoi confronti.

Ma cosa è successo veramente? Al minuto 101′, Abisso “aiutato” dalla Var concede un rigore ai dell’Inter. Cross di Chiesa e D’Ambrosio ferma il pallone di petto: per il direttore di gara è fallo di mano e punizione dagli 11 metri. Ma, come scrive la Gazzetta dello Sport, “Michael Fabbri, arbitro ravennate designato al Var di questa partita, non appena rivede l’immagine ravvisa la possibilità che il collega abbia commesso un errore chiaro ed evidente, visto che lo convince a far scattare la review”.

Nonostante Abisso veda e riveda le immagini dell’azione, da cui si vede chiaramente che il difensore interista prima tocchi il pallone con il petto, convalida la decisione del rigore sbagliando clamorosamente. In verità non ha convinto per niente la direzione di gara del palermitano ma questo errore fa infuriare tutta l’Italia calcistica.


Condividi:


Commenti