Ecco la Ferrari SF90, lunedì debutto in pista e il 17 marzo nel Gp di Melbourne

Ecco la Ferrari SF90, lunedì debutto in pista e il 17 marzo nel Gp di Melbourne
15 febbraio 2019

Presentata la Ferrari SF90, un omaggio ai 90 anni della Rossa. Svelata a Maranello, è la prima della presidenza Elkann, alla presenza – oltre che di Elkann – anche dell’ad Louis Camilleri, del nuovo team principal Mattia Binotto,  dei piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc e di Piero Ferrari, figlio del Drake e vicepresidente.

“Quest’anno celebriamo il 90° anniversario. Siamo ben consapevoli della responsabilità che comporta la nostra storia gloriosa e capiamo bene che ci sono grandi aspettative. Rappresentiamo l’orgoglio della nazione, milioni di tifosi. È una responsabilità che accettiamo con gioia, con fiducia nel talento di uomini che e donne che lavorano instancabilmente per rendere realtà le nostre ambizioni”, ha detto l’ad di Ferrari Louis Camilleri, aprendo la cerimonia di presentazione della nuova monoposto.

“Sono orgoglioso di portare avanti sogno del Drake e di lavorare in questo team per portare avanti il sogno di Enzo Ferrari”, così il nuovo team principal di Maranello Mattia Binotto, durante la cerimonia di lancio della nuova Rossa da F1. Un incarico che vive “con orgoglio, sentendo il dovere di perseverare la tradizione della scuderia e del nostro fondatore. Questa è la nostra missione”.

Tinta rossa meno accesa, inserti neri e linee semplici, specialmente nell’ala anteriore per assecondare le nuove norme regolamentari sull’aerodinamica. Sono queste due caratteristiche subito evidenti della SF90, la nuova monoposto Ferrari per la stagione F1 del 2019. L’auto debutterà in pista lunedì, nei test di Barcellona (18-21 febbraio) e poi in campionato il 17 marzo a Melbourne, per rompere il digiuno iridato che va avanti dal 2007. La SF90, 65/a monoposto realizzata dalla Ferrari per il mondiale di F1, la sesta della generazione ibrida, è realizzata nel rispetto dei nuovi regolamenti che impongono diverse modifiche: tra le più evidenti, appunto, quelle alle ali.

L’anteriore è più larga e più semplice nei suoi profili aerodinamici, la posteriore è più larga e alta. I deviatori di flusso sulle fiancate sono stati ridotti in altezza, mentre le prese d’aria dei freni anteriori sono state semplificate. Il peso complessivo della vettura sale a 743 kg, con il pilota e l’equipaggiamento che devono obbligatoriamente pesarne 80. La quantità di carburante disponibile per la gara è salita da 105 a 110 kg. Il suo colore è un rosso più opaco di quello dell’anno scorso, tendente al corallo.

Essere Ferrari, ha sintetizzato il presidente John Elkann, significa “l’orgoglio di una squadra che riesce a unire un intero paese e rappresentare il meglio dell’Italia per la voglia di inventiva, l’innovazione e l’intraprendenza e il cuore, che è rosso Ferrari. Iniziamo un importante stagione, un decennio che ci porta ai nostri 100 anni. Abbiamo bisogno di vincere tutti insieme”. Da Elkann è arrivato anche un messaggio ai tifosi in Italia e nel mondo: “Stateci vicino, sosteneteci, e fateci sentire il vostro affetto”.

“Non ho la tuta e non posso mettermi nell’abitacolo. Ma non vedo l’ora di salire sull’auto e partire, ogni volta è un’emozione incredibile”. Sono le prime sensazioni di Sebastian Vettel, di fronte alla nuova Ferrari SF90 svelata a Maranello e su cui quest’anno correrà nella stagione 2019. “Come squadra siamo sulla strada giusta, speriamo di continuare a migliorare”, ha aggiunto il pilota tedesco.

Per il neoferrarista Charles Leclerc si tratta di una grande emozione. “Sono molto felice di partire con questa nuova avventura. Ho sempre sperato di salire su quest’auto, sono cresciuto nella Ferrari Driver Academy”, un’esperienza che “mi ha aiutato enormemente a crescere, sono sicuro che sarà grande stagione, incredibile”.

 


Condividi:


Commenti