Forlì, derby di fuoco: pugno al giornalista e l’ex presidente manda il Cesena a casa

Forlì, derby di fuoco: pugno al giornalista e l’ex presidente manda il Cesena a casa
15 febbraio 2019

Incredibile aggressione a un giornalista mercoledì sera durante il derby romagnolo di serie D tra Forlì e Cesena allo stadio Morgagni.

Dopo l’assegnazione nel finale del rigore decisivo per la vittoria degli ospiti 1-2, “l’ex presidente del Forlì, Stefano Fabbri, ha aggredito fisicamente il giornalista Luca Alberto Montanari, che stava effettuando la telecronaca per Tele Romagna”, è la denuncia del Gruppo Emiliano Romagnolo Giornalisti Sportivi.

Successivamente l’ex presidente “se l’è presa anche con il cameraman, accendendo un parapiglia che ha coinvolto anche l’attuale presidente biancorosso Gianfranco Cappelli, separato a forza da un giornalista. “Nel dopo partita, lo stesso presidente del Forlì Cappelli, ha provato ad imporre il silenzio stampa della squadra avversaria”, ha continuato il Gergs, tanto che – stando alle fonti dei giornalisti, avrebbe perfino dichiarato: “Il Cesena rilascerà le sue dichiarazioni allo stadio Manuzzi. Il Cesena prende il suo autobus e va a casa”. Di conseguenza, i giornalisti e i tesserati della squadra ospite sono così stati costretti a incontrarsi nel piazzale dello stadio di Forlì”.


Condividi:


Commenti