Tennis, Daniele Bracciali radiato a vita, Potito Starace squalificato per 10 anni

Tennis, Daniele Bracciali radiato a vita, Potito Starace squalificato per 10 anni
21 novembre 2018

Daniele Bracciali è stato radiato a vita e multato di 250.000 dollari (219.000 euro) dopo essere stato trovato colpevole di aver truccato alcuni incontri. Il 40enne è stato giudicato dal professor Richard McLaren, ufficiale dell’Anti Corruzione nell’ambito di un’investigazione aperta dalla Tennis Integrity Unit, fondata dal Grand Slam Board, dalla Federazione Internazionale (Itf), dall’Atp e dalla Wta.

La decisione è stata resa nota oggi, dopo l’udienza del 18-19 settembre tenutasi a Londra. McLaren si è espresso a favore della colpevolezza per reati legati ad incontri dell’Atp 500 World Tour giocato a Barcellona nell’aprile 2011. A Bracciali è stato inoltre imputato d’aver facilitato un giro di scommesse in relazione a quegli incontri.

La radiazione ha effetto immediato e gli proibisce di partecipare ad eventi organizzati dall’Atp, ai quali non potrà nemmeno recarsi come spettatore. Bracciali è attualmente numero 100 del ranking in doppio. Come giocatore di singolo, il suo top piazzamento è stato il 49° posto nel 2006.

Con una sentenza separata, condannato anche Potito Starace, con cui Bracciali raggiunse le semifinali di doppio del Roland Garros nel 2012: è stato squalificato 10 anni e multato per 100.000 dollari. Starace, 37 anni, ha raggiunto il 27° posto del ranking nell’ottobre 2007 in singolare e il 40° nel doppio in carriera. Entrambi erano già stati radiati dalla Federtennis azzurra nel 2015, sentenza poi annullata dalla Corte di Appello.


Condividi:


Commenti