Roma, è notte fonda: 0-3, contro il Real resiste (quasi) un tempo. Il mistero dell’esordio di Zaniolo

Roma, è notte fonda: 0-3, contro il Real resiste (quasi) un tempo. Il mistero dell’esordio di Zaniolo
20 settembre 2018

Il passivo è (relativamente) contenuto e per quasi un’ora la Roma è stata in gioco, ma al Bernabeu il Real Madrid domina in lungo ed in largo ed alla fine il 3-0 gli sta quasi stretto, considerando anche almeno 5 interventi provvidenziali del portiere giallorosso Olsen.

Ha incuriosito la decisione di Eusebio Di Francesco di far esordire da titolare Nicolò Zaniolo: il 19enne Primavera dell’Inter, nessuna presenza in Serie A e 7 in Serie B (Virtus Entella, stagione 2016/17), convocato peraltro da Mancini per i primi due match di Nations League (ma senza giocare), ieri è rimasto in campo fino al 54′; ha giocato da interno sinistro apparendo inevitabilmente spaesato.

Nota negativa è stato poi Schick, che ancora una volta delude: entrato al 24′ della ripresa, 3 minuti dopo spreca un ottimo invito di Under mandando la palla alle stelle.

Nemmeno i campioni d’Europa sono stati però perfetti: malgrado mantengano il pallino del gioco e appaiano in grado di segnare da un momento all’altro, riescono a sbloccare il punteggio solo sul finire del primo tempo grazie ad una punizione di Isco dall’altezza della lunetta.

Si è trattato anche dell’unica circostanza in cui l’estremo difensore danese poteva forse fare di più: la parabola non è particolarmente tesa né angolata ma non tenta nemmeno la parata. Colpevole in parte anche la barriera che si chiude troppo centralmente e non permette di vedere la direzione del tiro, che passa invece troppo facilmente.

I primi minuti della ripresa sono i più proficui per i giallorossi, che vanno alla ricerca del pareggio e ci vanno vicini con Under al 49′, ma la conclusione del turco è troppo centrale.

Già al 13′ però Bale trova il raddoppio sfruttando un filtrante di Modric.

Da ricordare anche la parata di Keylor Navas sul rasoterra di Kolarov, a spezzare l’egemonia dei padroni di casa.

In zona Cesarini il fantastico destro a giro di Mariano chiude definitivamente i conti.

Alla Roma, 5 punti in 4 partite di campionato, serve decisamente una sveglia.

LEGGI ANCHE: Juventus, vittoria di (doppio) rigore. Cristiano Ronaldo espulso esce fra le lacrime

TABELLINO.

Real Madrid – Roma 3-0. Marcatori: 45′ Isco (RM), 14′ st Bale (RM), 45’+1′ st Mariano (RM)

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modric (40′ st Ceballos), Kroos, Casemiro; Bale (28′ st Mariano Diaz), Benzema (17′ st Asensio), Isco. A disp.: Courtois, Nacho, Llorente, Lucas Vázquez. All.: Lopetegui

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi (24′ st Schick), De Rossi, Zaniolo (9′ st Lo. Pellegrini); Under, Dzeko, El Shaarawy (17′ st Perotti). A disp.: Mirante, Santon, Marcano, Cristante. All.: Di Francesco

Arbitro: Kuipers (Olanda)

Ammoniti: Ramos (RM), De Rossi, Dzeko (R)


Condividi:


Commenti