Golf, preso l’assassino di Celia Barquin. Aveva confessato ad un conoscente il “bisogno” di aggredire una donna

Golf, preso l’assassino di Celia Barquin. Aveva confessato ad un conoscente il “bisogno” di aggredire una donna
20 settembre 2018

L’assassino di Celia Barquin, la 22enne golfista spagnola uccisa lo scorso 16 settembre su un campo da golf dello Iowa, è stato assicurato alla giustizia; e dalla testimonianza di un conoscente emerge un particolare raccapricciante: l’uomo da qualche tempo aveva maturato il proposito di “aggredire e stuprare una donna”.

Collin Danie Richards è il nome dell’uomo: ha individuato Celia, nel gold club di Ames (Iowa) dove la giovane si stava allenando, e l’ha aggredita colpendola in modo fatale all’altezza del torace, della testa e del collo.

Il corpo della Barquin, promessa del golf spagnolo, è stata ritrovato in uno è stato trovato in uno stagno nei pressi della buca 9.

La polizia, con l’aiuto dell’unità cinofila, ha trovato in poche ore l’assassino: Richards si trovava nell’accampamento di senzatetto che si trova vicino al campo da golf e nel quale viveva all’interno della sua tenda.

Dall’analisi del corpo di Celia Barquin e dalle ferite del suo aggressore è stata parzialmente ricostruita l’aggressione: lei si è difesa riempendo l’uomo di graffi e ferendogli la mano sinistra, ma non è riuscita a salvarsi.

Già in passato Richards era stato imprigionato, per furto e rapina; e nel 2014 aveva abusato di un’ex fidanzata.

Vedendo i poliziotti che cercavano l’assassino, un testimone ha riferito che nei giorni precedenti Richards gli aveva detto di sentire ‘la necessità di stuprare e ammazzare una donna’.

LEGGI ANCHE: Condannato per stupro a 9 anni ma Robinho trova squadra in Turchia


Condividi:


Commenti