Juventus, vittoria di (doppio) rigore a Valencia. Cristiano Ronaldo espulso esce fra le lacrime

19 settembre 2018

La Juventus inizia la sua stagione di Champions sbancando il Mastella, 2-0 contro il Valencia grazie ai rigori messi a segno da Pjanic a cavallo tra fine primo tempo ed inizio secondo tempo; al 96′ Parejo fallisce a sua volta (ancora dagli 11 metri) l’occasione per accorciare le distanze.

Ma farà discutere e molto l’espulsione tutt’altro che chiara di Cristiano Ronaldo, che al 29′ si vede sventolare dal direttore di gara, il tedesco Brych, il rosso diretto dopo la segnalazione dell’assistente d’area per un contatto con Murillo.

Il portoghese uscirà fra le lacrime protestando la sua innocenza: “Non ho fatto nulla”, spiega in spagnolo a Marcelino, allenatore dei giallorossi.

Come prevede il regolamento Champions per la condotta violenta (questo scriverà con ogni probabilità Brych sul referto), la squalifica per il portoghese sarà di almeno due giornate.

Rivedendo le immagini  sembra che non ci sia una vera e propria tirata di capelli nei confronti di Murillo come si era detto in un primo momento, ma un “colpetto” in testa al colombiano ex Inter, quasi appoggiando la mano e trattenendogli la testa per un istante. L’impressione è che il cartellino giallo fosse il provvedimento più corretto.

Da segnalare anche l’intervento di Parejo su Cancelo, punito con il giallo: tacchetti in faccia e, per quanto verosimilmente involontario, l’impatto è tale da meritare il rosso, almeno considerando il metro di giudizio utilizzato in precedenza.

I fatti di stasera riaccendono il dibattito sul VAR: può ancora farne a meno la competizione più prestigiosa per club, accettando errori che potrebbero facilmente essere corretti?

Prima dei rigori di Pjanic (rispettivamente per fallo di Parejo su Cancelo e di Murillo su Bonucci), un errore clamoroso di Khedira e un grande intervento di Neto su Bernardeschi avevano impedito ai bianconeri di passare in vantaggio.

Malgrado la superiorità numerica è tutto sommato innocua la reazione dei padroni di casa, che non trovano il goal nemmeno con il rigore assegnato per fallo di Rugani su Gabriel.

Contrariamente a quanto ci si sarebbe potuti aspettare dopo la squalifica di 4 giornate (la società non farà ricorso) per lo sputo a Di Francesco del Sassuolo, Douglas Costa non trova posto nell’11 iniziale. Entra a metà ripresa per poi essere a sua volta sostituito nel finale da Rugani.

Nell’altro match del girone, il manchester United ha facilmente ragione dello Young Boys: 3-0 a domicilio.

Protesta anche la sorella di CR7,  Katia Alveiro, che su Instagram scrive: “Vergogna. Vogliono distruggere mio fratello”.

TABELLINO.

Valencia-Juventus 0-2 Marcatori: Pjanic 45′ (rig.) e 51′ (rig.)

Valencia (4-4-2): Neto; Ruben Vezo (12′ st Cheryshev), Gabriel Paulista, Murillo, Gaya; Soler, Wass, Parejo, Guedes (25′ st Santi Mina); Rodrigo, Batshuayi (25′ st Gameiro). A disp.: Domenech, Diakhaby, Torres, Piccini. All.: Marcelino

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (23′ Emre Can), Pjanic (21′ st Douglas Costa; 89′ Rugani), Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic, C. Ronaldo. A disp.: Perin, Benatia, Cuadrado, Dybala. All.: Allegri

Arbitro: Brych

Marcatori: 45′ rig. Pjanic, 6′ st rig. Pjanic (J)

Ammoniti: Murillo, Parejo, Ruben Vezo (V), Alex Sandro, Szczęsny, Rugani (J)

Espulsi: Cristiano Ronaldo (29′)

 


Condividi:


Commenti