Inter, ancora Vecino! Pareggio show di Icardi, poi la zuccata nel recupero: Tottenham battuto, ritorno in Champions col sorriso

Inter, ancora Vecino! Pareggio show di Icardi, poi la zuccata nel recupero: Tottenham battuto, ritorno in Champions col sorriso
19 settembre 2018

Verrebbe da dire: una ‘classica’ partita da pazza Inter, con i nerazzurri che vincono 2-1 in rimonta in pieno recupero.

Sotto a San Siro contro il Tottenham (prima in Champions dopo 7 stagioni) fino all’86’, i nerazzurri pareggiano con il goal al volo da fuori area di capitàn Icardi, che impatta quello fortunoso di Eriksen di inizio ripresa; al 92′ la zuccata di Vecino, che come contro la Lazio nell’ultima dello scorso campionato firma una vittoria pesantissima.

Nell’altra partita del girone B il Barcellona supera 4-0 il PSV (tripletta di Messi), ma il risultato non inganni: si era infatti sull’1-0 fino al 74′. Insomma, la squadra olandese, benché la più debole del girone, si è dimostrata avversario coriaceo e mercoledì 3 ottobre al Philips Stadion non sarà certo una passeggiata per gli uomini di Spalletti.

Assenze di peso su entrambi i fronti: Lloris e Dele Alli fra gli Spurs, mentre Spalletti ha dovuto fare a meno di Vrsaljko (oltre che naturalmente di Dalbert, non incluso nella lista Champions) mentre D’Ambrosio non era al meglio, ma ha optato comunque per una difesa a 4 con Skriniar adattato in posizione di esterno.

Il match sembra rivelare un certo nervosismo da parte di entrambe le formazioni ed il primo vero impegno per gli estremo difensori arriva al 26′, quando Vorm deve intervenire a sventare un ‘tentativo di autogol’ di un compagno sull’assist di Perisic.

Al 34′ Nainggolan è bravo a rubar palla a Vertonghen ma nel rimettere in mezzo non trova Icardi.

L’occasione più grande nel primo tempo è però degli inglesi al 37′ Eriksen trova Kane in area ma l’attaccante degli Spurs, solo davanti a Handanovic, nel tentativo di dribblarlo si allunga la palla fino a portarla oltre la linea di fondo.

Al 53′ il vantaggio della squadra di Pochettino: il tiro di Eriksen (migliore dei suoi) dal limite trova la deviazione di Miranda e spiazza Handanovic, comunque apparso poco reattivo nella circostanza (e  troppo centrale era stata la deviazione sul tiro precedente).

I nerazzurri potrebbero pareggiare già 3 minuti dopo ma di testa sotto misura di Perisic (su assist morbido di Politano) non riesce ad angolare.

Al 68′ pasticcio in area nerazzurra ma Lamela spara addosso a Handanovic: è la chance più grande per il raddoppio e l’ex Roma ripete l’errore 3 minuti dopo nel tentativo di mettere in mezzo.

L’Inter rimane dunque in vita e trova il goal del pareggio all’85’ quando Icardi sfrutta al meglio l’assist di Asamoah e al volo batte Vorm all’85’, firmando il goal capolavoro al suo esordio in Champions.

Ma non finisce qui, perché il copione di una serata da cardiopalma regala il finale da urlo quando al 92′, su azione d’angolo, Vecino raccoglie la sponda di De Vrij e anticipa due avversari per l’apoteosi davanti ai 65 mila di San Siro: 2-1 e 3 punti fondamentali che forse consentiranno al Biscione di ripartire con maggiore serenità anche in campionato.

 

tabellino

INTER-TOTTENHAM 2-1 Marcatori: 8′ st Eriksen (T), 41′ st Icardi (I), 45’+2′ st Vecino (I)

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano (27′ st Keita), Nainggolan (44′ st B. Valero), Perisic (19′ st Candreva); Icardi. A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, D’Ambrosio. All.: Spalletti

Tottenham (4-2-3-1): Vorm; Aurier, Sanchez, Vertonghen, Davies; Dier, Dembelè; Lamela (27′ st Winks), Eriksen, Son (19′ st Lucas); Kane (44′ st Rose). A disp.: Gazzaniga, Wanyama, Walker-Peter, Llorente. All.: Pochettino

Arbitro: Turpin (Francia)

Ammoniti: Skriniar, Perisic (I), Sanchez, Vertonghen, Vorm (T)


Condividi:


Commenti