La federazione di canottaggio della Norvegia chiede la squalifica di un suo atleta

La federazione di canottaggio della Norvegia chiede la squalifica di un suo atleta
28 agosto 2018

Clamorosa dimostrazione di sportività della federazione di canottaggio della Norvegia che ha chiesto la squalifica del proprio atleta Eivind Vold nella finale del K1 5000 metri sprint ai mondiali di Montemor-o-Velho.

Il norvegese aveva superato la Spagna per il terzo posto, ma gli iberici avevano presentato reclamo; i giudici avevano prima squalificato Vold, ma successivamente avevano  confermato il bronzo per lo scandinavo; una visione successiva delle immagini ha convinto il norvegese di aver torto: lui stesso lo ha ammesso: “Sono passato all’interno da una boa, non l’avevo visto. Sono davvero contento della mia esibizione, ma so che la medaglia appartiene al mio amico spagnolo Javi Hernanz”, ha scritto Vold.

La stessa Federazione spagnola (RFEP) ha ammesso che sia Vold, che il presidente della Federazione norvegese, Geir Kvillum e il capo equipaggio, Eirik Veras Larsen, hanno presentato la richiesta per iscritto al Segretario Generale della federazione internazionale, Simon Toulson spiegando che il bronzo sarebbe dovuto andare allo spagnolo Javier Hernanz.


Condividi:


Commenti