Ronaldo si allena a Torino, De Laurentiis: “Sceneggiatura commerciale, è a fine carriera”

Ronaldo si allena a Torino, De Laurentiis: “Sceneggiatura commerciale, è a fine carriera”
30 luglio 2018

Cristiano Ronaldo, neo-acquisto della Juventus, ha iniziato la sua avventura in bianconero con il primo allenamento, tante le persone in fila per assistervi. Intanto De Laurentiis dice la sua: “Sceneggiata commerciale, è a fine carriera”.

Il portoghese è arrivato nel pomeriggio di ieri a Torino Caselle e già nel primo pomeriggio di oggi è arrivato al centro sportivo della Continassa per allenarsi con Dybala, Cuadrado, Higuain, Douglas Costa e Bentancur, reduci dal Mondiale di Russia 2018.

Sull’affare dell’anno (e forse non solo) il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis si esprime in termini forti e non positivi nell’intervista a ‘Leggo’: “La Juve ha fatto una bella…‘mossa propagandistica’ per tutto il gruppo FCA, diciamo così.

Se fosse stato soltanto riconfermato Allegri senza un grosso colpo, dopo sette scudetti cosa si poteva promettere ai tifosi per affascinarli e scaldarli? E per fare la stessa cosa con gli sponsor, il mondo dell’industria e della politica?

Riconosco che la società ha avuto la grande ‘trovata di sceneggiatura‘ che le ha consentito di rilanciare l’immagine della Juventus”.

La ‘sceneggiatura’, spiega, consiste nell'”aver permesso alle varie componenti del gruppo Agnelli-Elkann di costruire una geniale operazione di promozione internazionale del marchio“.

TELEFONATA CON MENDES. Ritorna sulla sua conversazione con l’agente del giocatore e nega di essersi tirato indietro perché non poteva permettersi CR7: “Io immaginavo un modello in cui i costi venivano pareggiati esclusivamente con gli incassi specchiati ai relativi costi dell’operazione».

Avevo detto a Mendes: ‘tu dici che Ronaldo mi farà ricco? Allora facciamo che i primi 250 milioni di fatturato spettano al Napoli, i successivi 100 spettano a Ronaldo’. Se effettivamente li avesse valsi non avrebbe avuto nulla da rischiare o da temere”.

RISCHIOSO SPENDERE TANTO SU UN SOLO GIOCATORE A FINE CARRIERA. Insomma, non era così sicuro che Ronaldo convenisse. E, aggiunge, era un investimento rischioso: “Cr7 ha una certa età. E in termini di equilibrio per un club è pericoloso spendere così tanti soldi per comprare il cartellino di un solo giocatore a fine carriera…”.

LEGGI ANCHE:

Napoli, la risposta di De Laurentiis al tifoso: “Volete vincere? Allora dovete tifare Juventus”

Fifa ’19 si adegua: ecco CR7 con la maglia della Juve


Condividi:


Commenti