Daisy Osakue, lanciatrice azzurra di origine africana, aggredita con lancio d’uova: operata, Europei a rischio

Daisy Osakue, lanciatrice azzurra di origine africana, aggredita con lancio d’uova: operata, Europei a rischio
30 luglio 2018

Daisy Osakue, 22enne discobola azzurra convocata per gli Europei di atletica che si terranno a Berlino (dal 6 al 12 agosto) è stata aggredita nella notte: dei balordi le hanno lanciato delle uova da una Fiat Doblò, colpendola agli occhi.

La giovane, primatista italiana under 23 di lancio del disco, nonché lanciatrice di peso e martello, è stata già operata alla cornea dell’occhio sinistro (visibilmente tumefatto), raggiunta da un frammento di guscio.

Gli aggressori sono ricercati dai Carabinieri. Sembra verosimile che l’aggressione abbia motivazioni razziste, anche se al momento gli inquirenti non si pronunciano sul caso.

IL FATTO. Daisy, torinese figlia di genitori nigeriani e studentessa universitaria, intorno all’1.30 in corso Roma a Moncalieri (prov. Torino) stava attraversando la strada da sola, è stata raggiunta da diverse uova lanciatele addosso dall’auto in corsa.

Alcuni passanti sono intervenuti in suo aiuto subito dopo.

La giovane è dovuta ricorrere alle cure del 118, successivamente è stata trasportata all’ospedale Oftalmico dove le è stata riscontrata una lesione alla cornea, per cui è stata appunto sottoposta ad un intervento chirurgico.

LEGGI ANCHE: Balotelli: “Straniero per 18 anni. Dove gioco? Chiedete a Salvini”. La risposta: “Niente ius soli, pensa al pallone”


Condividi:


Commenti