Chievo, nessuna penalizzazione: tutto da rifare per vizio di forma. Meno 15 per il Cesena… fallito

Chievo, nessuna penalizzazione: tutto da rifare per vizio di forma. Meno 15 per il Cesena… fallito
25 luglio 2018

Il tribunale nazionale della Federcalcio ha dichiarato l’improcedibilità per un vizio di forma nei confronti del Chievo per la vicenda delle plusvalenze fittizie negli scambi con il Cesena. Per entrambe le squadre erano stati chiesti 15 punti in meno nei rispettivi campionato appena conclusi.

Gli atti sono stati restituiti alla Procura federale. A darne nota l’agenzia ANSA.

Penalizzazione di 15 punti per il Cesena nella prossima stagione, in qualsiasi campionato si iscriva il prossimo anno; ma i romagnoli hanno già accettato l’istanza di fallimento del Tribunale di Forlì e ripartiranno dai dilettanti con una nuova società.

I veronesi dunque non solo non perdono la Serie A ma, a differenza del Parma, non subiscono sottrazione di punti per illecito.

Va precisato che, se verrà confermato il vizio di forma come da indiscrezione di ANSA, non si può escludere che la Procura riformuli l’accusa secondo diversi termini e modalità e sottoponga nuovamente il caso.

Ma il tempo stringe, mancano poco più di 3 settimane all’inizio della Serie A 2018/19 e si dovrebbe cominciare entro 90 giorni dal deferimento del 25 giugno.

La mancata risposta alla richiesta del presidente Campedelli di comparire in audizione potrebbe essere la causa del vizio di forma (ma si era detto che la richiesta era stata inoltrata oltre il tempo massimo).

Per il procuratore Pecoraro dunque corsa contro il tempo per proporre una nuova accusa e quasi certamente avverrebbe a campionato già iniziato: sfumate dunque le speranze del Crotone di essere ripescato.

 

LEGGI ANCHE:

Il Parma annuncia ricorso contro la penalizzazione: “Abnorme e illogica”

Palermo, l’estate delle beffe: dai palloni di Frosinone al Parma salvo. E c’è lo sberleffo dell’ex Lucarelli


Condividi:


Commenti