Mondiale, la finale è Croazia-Francia: i goal italiani di Perisic e Manduzkic mandano a casa l’Inghilterra

Mondiale, la finale è Croazia-Francia: i goal italiani di Perisic e Manduzkic mandano a casa l’Inghilterra
11 luglio 2018

Sarà la Croazia a sfidare la Francia nella finale del Mondiale 2018 in Russia: la squadra di Dalic batte 2-1 l’Inghilterra nei supplementari ribaltando lo svantaggio iniziale (Trippier al 5′ su punizione) con i goal italiani di Perisic al 68′ e di Mandzukic al minuto 109′ (sfruttando la torre dell’attaccante interista).

FINALE INEDITA. Si giocherà domenica 15 alle 17 italiane, allo stadio Lužniki di Mosca (erba sintetica, pista d’atletica rimossa nel 2017, 78 mila posti).

Sarà la terza finale per i Galletti (vincitori nel 1998 sul Brasile, sconfitti dall’Italia nel 2006), la prima per la Croazia: nazione di appena 4,2 milioni di abitanti (meno del Lazio) che, a 27 anni dall’indipendenza, è la 13esima a raggiungere questo risultato.

Solo l’Uruguay (3 milioni e mezzo di abitanti) è più piccola fra le nazioni che hanno disputato una finale della Coppa del Mondo (i sudamericani l’hanno giocata e vinta nel 1930 e nel 1950, anche se nel secondo caso l’ultimo match con il Brasile, il ‘Maracanazo’, fu una finale di fatto nell’unico torneo deciso da un girone).

‘REMATCH’. Finora il miglior risultato croato era stato il terzo posto nel 1998: proprio dalla Francia fu eliminata allora, in semifinale (vantaggio con il capocannoniere Suker, poi doppietta di Thuram), battendo poi l’Olanda nella finale per il terzo posto.

SINTESI DEL MATCH. L’Inghilterra era passata in vantaggio praticamente alla prima occasione, con la punizione non angolatissima ma tesa di Trippier; il match rimane a lungo come sospeso, con gli uomini di Southgate che non spingono e la Croazia che non sembra trovare l’ispirazione per colpire.

La nazionale slava si ‘accende’ quando Perisic comincia a carburare: l’interista sfrutta il cross di Vrsaliko e trova al 69′ la zampata del pareggio anticipando l’incerto Walker.

Leggi anche:
Il comico accusa: "Il Mondiale? L'ha vinto l'Africa". La risposta: "Sono francesi solo i bianchi?"

Ancora l’esterno offensivo nerazzurro sfiora il goal, ma il suo sinistro coglie il palo.

Si va ai supplementari: Vrsaliko salva di testa sulla linea sul colpo di testa di Stones; un Perisic scatenato mette sui piedi di Manduzkic la palla del vantaggio, questa volta è un Pickford prodigioso a negare la gioia agli avversari.

Lo juventino risentirà molto del contatto.

Ma l’Ital-Croazia ha nervi e gambe d’acciaio: un Perisic fisicamente straripante allunga di testa per Manduzic che trova nell’area piccola il diagonale vincente: anche i fotografi travolti nell’esultanza.

L’Inghilterra sembra troppo stanca per organizzare una reazione, si procede stancamente fino al triplice fischio.

TENUTA FISICA. L’unica incognita per questa Croazia sarà la tenuta fisica: per 3 volte su 3 è andata all’extra time e avrà un giorno in meno di recupero rispetto alla Francia, che ha concluso tutti i suoi match entro il 90′.

Le reti

TABELLINO. Croazia-Inghilterra 2-1. Marcatori: Trippier (5′), Perisic (68′), Mandzukic (109′)

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vida, Lovren, Vrsaljko, Strinic (5′ pts, Pivaric); Brozovic, Modric (119′ Badelj); Rebic (101′ Kramaric), Rakitic, Perisic; Mandzukic (115′ Corluka). C.t.: Dalic.

Inghilterra (3-1-4-2): Pickford; Trippier, Stones, Maguire; Henderson (7′ pts, Dier); Walker (112′ Vardy), Lingard, Alli, Young (1′ pts, Rose); Sterling (73′ st, Rashford), Kane. C.t.: Southgate.

Arbitro: Cuneyt Cakir (Turchia)

Ammoniti: Mandzukic, Rebic


Condividi:


Leggi anche:
Il vibrante discorso di Pogba ai giocatori della Francia prima della finale mondiale
Commenti