La perizia su Astori: “Aveva una patologia cardiaca”. Poteva essere diagnosticata?

La perizia su Astori: “Aveva una patologia cardiaca”. Poteva essere diagnosticata?
12 giugno 2018

Dalla perizia sul corpo di Davide Astori emergono elementi indicativi di una patologia cardiaca: questo quanto riporta l’agenzia ANSA, che aggiunge come resti da stabilire se questa potesse essere diagnosticata in anticipo evitando la morte del capitano della Fiorentina.

Era già trapelato nei giorni scorsi un nuovo, impartante dato nella perizia medico legale disposta dalla Procura di Udine, rispetto all’autopsia: Astori, che ha lasciato la compagna Francesca e una bimba di due anni: la morte è avvenuta per aritmia, non per progressivo rallentamento del battito cardiaco.

Prima importante differenza rispetto alla precedente diagnosi: non è morto nel sonno e intervenendo prontamente con un defibrillatore avrebbe potuto salvarsi.

Ora l’indiscrezione sulla condizione patologica preesistente, che potrebbe essere all’origine del decesso.

Si cercherà di stabilire se la patologia del 31enne avrebbe potuto essere diagnosticata per tempo.

LEGGI ANCHE:

Tragedia per Bode Miller, la figlia di 19 mesi annega in piscina: “Siamo devastati, la nostra Emmy non c’è più”

Il coro schock della squadra under 15 della Juventus: “Napoli, usa il sapone!”

Astori, speaker sbaglia il cognome e viene licenziato


Condividi:


Commenti