Napoli, De Laurentiis: “Tempo scaduto per Sarri. E abbiamo vinto noi lo scudetto”

Napoli, De Laurentiis: “Tempo scaduto per Sarri. E abbiamo vinto noi lo scudetto”
20 maggio 2018

Il Napoli supera 2-1 il Crotone, mandando i calabresi in B e raggiungendo a quota 91 il record di punti per gli azzurri, ma a far discutere sono soprattutto le dichiarazioni del presidente campano De Laurentiis: “Sarri? Per me la data non c’è più, è tempo scaduto”.

E riprendendo le frasi di qualche giorno fa, attacca arbitri e Juventus: “Siamo finiti a -4, quindi lo scudetto è nostro”.

Pochi minuti dopo la partita, De Laurentiis in sala stampa: “Sono contento della stagione: abbiamo chiuso a -4, quindi il campionato è nostro. Cosa potevo fare? Mica potevo andare a rubare” .

La tesi del vulcanico presidente è che la Juventus abbia rubato diversi punti (8 ha dichiarato in precedenza) e che dunque, finendo con un distacco di soli 4, i partenopei siano vincitori morali.

Successivamente, ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “91 punti noi, contro forse 90, ma forse anche meno di loro”, intendendo i punti che la Juventus avrebbe ‘meritato’.

Ed ha aggiunto: “Penso si possa anche dire che lo scudetto, quello vero, ce lo siamo meritato, quello finto magari ce lo daranno l’anno prossimo”.

Poi l’argomento della conversazione radiofonica diventa il futuro del tecnico sulla panchina partenopea, in discussione da ormai diverse settimane: “Se Sarri resta? Dovete chiederlo a lui. A me non ha mai voluto rispondere, ha sempre demandato l’agente che mi ha risposto: ‘boh!’.

Per me la data non c’è più, è tempo scaduto, perché a un certo punto l’abbiamo affrontato questo problema, in tutti i modi.

Poi io mi devo prendere la responsabilità, dobbiamo andare avanti. Non è detto vada via, c’è una clausola, vediamo cosa accadrà”.


Condividi:


Commenti