Marko Marin dell’Olympiakos simula una spinta subita… dall’arbitro

Marko Marin dell’Olympiakos simula una spinta subita… dall’arbitro
25 aprile 2018

Rara esibizione di ingenuità (a voler esser buoni) da parte del giocatore dell’Olympiacos Pireo ed ex Chelsea Marko Marin che, nel corso del convulso finale del match in casa dell’Apollon Smirnis, finge di aver subito una spinta dall’arbitro e casca per terra come colpito da un bazooka. Risultato: cartellino giallo per simulazione.

La squadra, una delle big del campionato greco ed in lotta per un posto in Champions league, aveva già fatto parlare per la decisione del presidente di multare i giocatori tutti e schierare la Primavera (proposito quest’ultimo non mantenuto) a causa dello “scarso impegno”.

Nel match di sabato scorso, la squadra di casa conduceva 1-0, in pieno recupero tocco in area di mano del numero 2 dell’Apollon Giannis Kontoes.

Difficile valutare se sia rigore: tiro forte da distanza piuttosto ravvicinata, ma braccio davvero largo.

Probabilmente sarebbe stato giusto assegnare il penalty, non è però di questo avviso il signor Katsikogiannis che viene immediatamente circondato dai giocatori dell’Olympiacos e mette la mano avanti per tenerli a debita distanza.

Appena toccato, il tedesco Marin casca in maniera alquanto ignobile nonché stupida, dato che la presunta spinta è dell’arbitro…

Che, oltre ad ammonire il giocatore per simulazione confermerà la precedente decisione: nessun rigore.


Condividi:


Commenti