Giocatore di football di 17 anni si risveglia dopo 20 minuti senza battito: “Ho visto Gesù”

Giocatore di football di 17 anni si risveglia dopo 20 minuti senza battito: “Ho visto Gesù”
22 aprile 2018

Zack Clements, 17enne giocatore di football di Brownwood, Texas, è andato in arresto cardiaco dopo aver eseguito degli esercizi nell’ora di educazione fisica: trasportato in ospedale, le sue condizioni sono peggiorate e il suo cuore ha smesso di battere per 20 minuti.

Quando il medico era ormai pronto a dichiarare la morte del ragazzo, questi ha cominciato a riprendersi: il cuore ha ripreso a battere, Zack si è risvegliato.

Poi ha parlato di questa esperienza e ha raccontato di aver visto Gesù che gli diceva che tutto ‘”sarebbe andato bene”.

Molte persone che sfiorano il decesso per poi riprendersi riferiscono esperienze di questo genere, che si potrebbero tuttavia spiegare semplicemente come sogni.

Resta l’eccezionalità del fatto da un punto di vista prettamente medico: non sono certo tanti i casi di persone che sopravvivono ad un arresto cardiaco così prolungato.

Si deve poi registrare che un ragazzo, uno sportivo per giunta, sia andato vicinissimo alla morte per un arresto cardiaco: singoli casi con le attuali conoscenze mediche sembrano essere difficilmente evitabili, anche se controlli più frequenti e defibrillatori dove si svolgono attività fisiche hanno salvato più di una vita.

Nel calcio si sono verificati 4 casi negli ultimi 2 mesi, anche riguardanti degli adolescenti.

Queste le parole di Zack alla redazione locale della TV CBS:  “In quei 20 minuti ho visto un uomo con una lunga e folta barba arruffata e i capelli lunghi: non mi ci è voluto molto per capire che quello era Gesù.

Mi sono avvicinato a lui, mi ha messo la mano sulla spalla e mi ha detto tutto sarebbe andato bene e di non preoccuparmi”.

Leggi anche:
"Involtini di cane per merenda": Seung-woo Lee del Verona fa causa al giornalista

LEGGI ANCHE:

Giocatore di rugby mangia una lumaca viva per sfida: rimane paralizzato dal collo in giù

Giovane portiere americano si risveglia dopo coma ma parlando solo spagnolo

Davide Astori è morto per bradiaritmia: l’autopsia ha stabilito un problema al cuore


Condividi:


Leggi anche:
"Involtini di cane per merenda": Seung-woo Lee del Verona fa causa al giornalista
Commenti