Bundesliga, arbitro concede rigore con la VAR durante l’intervallo

Bundesliga, arbitro concede rigore con la VAR durante l’intervallo
17 aprile 2018

Accade in Bundesliga (serie A tedesca), durante Mainz-Friburgo di lunedì sera: l’arbitro nell’intervallo consulta la VAR (inteso come video technology) e richiama le squadre dagli spogliatoi dopo aver rivisto un fallo di mano, in precedenza erroneamente giudicato involontario.

Il punteggio era ancora sullo 0-0 quando l’arbitro ha mandato le due squadre negli spogliatoi per l’intervallo.

Ma all’arbitro Guido Winkmann arriva una segnalazione da Colonia, dove ha sede la regia unica della moviola per la Bundesliga: un episodio nell’area del Friburgo, un fallo di mano del difensore del Friburgo Kempf, su tiro di Brosinski, che era stato giudicato erroneamente involontario.

Così Winkmann, dopo aver rivisto le immagini al video, richiama tutti in campo per far battere il calcio di rigore ai padroni di casa.

Grandi proteste dei giocatori del Friburgo, ma pure sorpresa e quasi sconcerto in quelli del Mainz.

Il cronometro dell’arbitro viene riattivato e dopo ben sette minuti l’argentino De Blasis trasforma, è la rete del 2-0. Poi si torna negli spogliatoi.

Nella ripresa segnerà ancora De Blasis per il definitivo 2-0.

Si segnala anche la protesta a colpi di carta igienica contro i posticipi del lunedì, ormai non una novità. 

Questo rigore decisamente non convenzionale può essere decisivo nella lotta per non retrocedere: a 4 giornate dalla fine il Mainz raggiunge proprio il Friburgo nonché il Wolfsburg a quota 30, al terz’ultimo posto che significa play-out con una squadra di Zweite Liga (serie B tedesca).

Appaiono invece ormai spacciate Colonia (21 punti) e Amburgo (22), che si avvia a subire la prima retrocessione della sua storia.

 

LEGGI ANCHE: In Olanda frittata VAR: ci mette due minuti e mezzo, nel frattempo si segna un altro goal

Leggi anche:
Il Chelsea perde ancora: i tifosi se la prendono con il "Sarri Ball". Torna Mourinho?


Condividi:


Leggi anche:
Non è calcio, è tennis! La strana protesta della Bundesliga contro Jadon Sancho
Commenti