Maratona, Hawkins collassa e sviene a 2 km dal traguardo: sfuma la vittoria. Polemiche per le foto

Maratona, Hawkins collassa e sviene a 2 km dal traguardo: sfuma la vittoria. Polemiche per le foto
15 aprile 2018

A 2 km dal traguardo e dal successo nella Maratona dei Giochi del Commonwealth a Gold Coast (Australia), lo scozzese Callum Hawkins è crollato a terra e poi svenuto. Prova faticosamente a rialzarsi, prima di accasciarsi al suolo svenuto.

Ricoverato in ospedale per capire la gravità del malessere, rassicuranti le notizie fornite dalla delegazione scozzese: “Sta bene, ha parlato con suo padre”.

Polemiche per l’atteggiamento del pubblico, che scattava foto anziché prestare aiuto, soprattutto alla luce del ritardo dei soccorsi.

La vittoria andrà all’australiano Michael Shelley.

Hawkins, nono a Rio e quarto ai Mondiali di Londra l’anno scorso, aveva già avvertito un malore nel corso della gara, ma aveva deciso di proseguire. Quando mancavano circa 2 km alla fine per percorso di 42,195 km, è crollato a peso morto, andando anche a sbattere contro una transenna.

All’ultimo rilevamento, al chilometri 35, aveva un vantaggio di circa 2 minuti su chi lo precedeva.

Il prossimità del 40esimo il maratoneta, nono ai Giochi di Rio e quarto , l’unico britannico che in sette anni è riuscito a precedere Mo Farah (cross di Edimburgo, gennaio 2017), si è accasciato al bordo della strada. Poi ha provato a riprendersi cadendo un’altra volta.

FOTO SÌ, SOCCORSI NO. Con i soccorsi che tardavano, in molti sono rimasti negativamente impressionati da molte persone nel pubblico che, a pochi metri dal maratoneta, scattavano fotografie e giravano video, senza pensare di intervenire.

Se è vero infatti che in fondo sono stati necessari poco più di due minuti per l’arrivo di medici e paramedici, è pur vero che le condizioni dell’atleta apparivano preoccupanti.

Le condizioni meteo non hanno aiutato: 30 gradi, alto tasso di umidità, una grande umidità. L’organizzazione ha spiegato che le postazioni di soccorso erano poste a 500 metri di distanza l’una dall’altra, aggiungendo che non è possibile averne una ad ogni angolo di strada.

I Giochi del Commonwealth sono il tradizionale appuntamento sportivo, di spirito olimpico, cui prendono parte la Gran Bretagna e le sue ex colonie, Stati Uniti esclusi.

Ne abbiamo accennato a proposito di  Laurel Hubbard, discussa prima transessuale nel sollevamento pesi, che si ritira dopo l’infortunio horror al gomito di pochi giorni fa.


Condividi:


Commenti