Il Papu Gomez dice a Spalletti di sostituire Miranda infortunato, ma lui sta benissimo

Il Papu Gomez dice a Spalletti di sostituire Miranda infortunato, ma lui sta benissimo
14 aprile 2018

Finisce a reti bianche a Bergamo fra Atalanta ed Inter, un’occasione persa per entrambe di farsi sotto per i rispettivi obiettivi, soprattutto per gli ospiti che avrebbero potuto scavalcare Roma e Lazio e portarsi al terzo posto in attesa del derby.

MIRANDA-GOMEZ. Ha catturato l’attenzione di molti un episodio piuttosto bizzarro: al 77′ il Papu Gomez si è rivolto alla panchina nerazzurra indicando Miranda e spiegando che non era più in condizione di giocare.

A quel punto comincia a scaldarsi Ranocchia, che va avanti per qualche minuto fino a quando Miranda si avvicina alla panchina e spiega di stare benissimo: aveva solo tirato il fiato per qualche secondo.

Lo spiega lo stesso difensore brasiliano nell’intervista del dopo-partita, in cui è stato peraltro piuttosto critico: “Dobbiamo vincere, non giocare bene. Oggi due punti persi, è già un po’ che non vinciamo. Gomez? Stavo benissimo, avevo solo avuto bisogno di rifiatare un attimo”.

CLASSIFICA. L’Inter raggiunge momentaneamente Roma e Lazio a 60 punti, in attesa del derby capitolino in programma domani sera. Orobici ottavi a quota 49, 3 punti dietro il Milan sesto (che domani ospita il Napoli, peraltro privo dei centrali titolari).

Gli highlights del match. Diversi clamorosi errori sottoporta da una parte e dall’altra. Prevalgono i bergamaschi nella prima frazione, ripresa di marca interista. Ma il goal non arriverà.

IL TABELLINO

ATALANTA-INTER 0-0

ATALANTA: 1 Berisha; 3 Toloi, 13 Caldara, 5 Masiello; 33 Hateboer, 15 De Roon, 11 Freuler, 8 Gosens (80′ 21 Castagne); 4 Cristante (85′ 28 Mancini); 99 Barrow (46′ 9 Cornelius), 10 Gomez.

A disposizione: 91 Gollini, 31 Rossi, 23 Melegoni, 32 Haas, 95 Bastoni, 97 Elia. Allenatore: Gian Piero Gasperini

Leggi anche:
Roma femminile, la risposta al post sessista: "Hai vinto il premio di... 'Idiota del giorno'!"

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 25 Miranda, 21 Santon (90′ 17 Karamoh); 5 Gagliardini, 20 B. Valero; 7 Cancelo, 8 Rafinha (71′ 23 Eder), 44 Perisic; 9 Icardi.

A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 2 Lisandro, 13 Ranocchia, 29 Dalbert, 63 Emmers, 64 Zaniolo, 87 Candreva, 99 Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti

Arbitro: Doveri. Ammoniti: Miranda (I), Toloi (A), Borja Valero (I), Caldara (A), Masiello (A), Mancini (A)


Condividi:


Leggi anche:
Spalletti punge: "Trevisani e Adani hanno mancato di rispetto... ai giornalisti che tifavano Tottenham"
Commenti