Giornalista del NY Times scambia bandiera Norvegia per quella secessionista e chiama la polizia

Giornalista del NY Times scambia bandiera Norvegia per quella secessionista e chiama la polizia
24 febbraio 2018

Rebecca Morris, giornalista del New York Times e scrittrice piuttosto nota di gialli, bocciata sonoramente in storia e geografia: a Seattle una famiglia originaria della Norvegia ha esposto la bandiera del Paese nordico all’inizio dei Giochi Olimpici, ma lei l’ha scambiata per una bandiera secessionista e ha chiamato la polizia…

A riportarlo è The Seattle Times. Per la precisione, la Morris ha scambiato la bandiera rossa e blu a croce scandinava per quella Sudista detta anche dei Confederati, cioè degli Stati del Sud che cercarono di ottenere la secessione da quelli del Nord degli U.S.A. negli anni ’60 del XIX secolo.

In sintesi, gli Stati del Sud non approvavano la svolta politica-economica imposta da quelli industrializzati del Nord e dichiararono unilateralmente l’indipendenza. Ne seguì la Guerra di Secessione, che si concluse con la vittoria del Nord ed il fallimento del progetto indipendentista del Sud.

La bandiera dei Confederati è pertanto ancora oggi sentita come simbolo secessionista, benché assai velleitario.

Con i Giochi di Pyengchang che volgono al termine, la Norvegia conduce nel medagliere, stessi ori della Germania (13) ma maggior numero di argenti.

Ma quella bandiera norvegese, notata solo ieri, è esposta già due settimane dal signor Darold Norman Stangeland, che spiega: “Sono orgoglioso di essere americano e altrettanto delle mie origini, i miei genitori sono arrivati qui a metà degli anni ’50”.

Il signor Stangeland di Seattle e la sua famiglia non avevano fatto i conti con la zelante ignoranza di una giornalista, peraltro collaboratrice di una delle più prestigiose testate mondiali…

LEGGI ANCHE:

Norvegia, in serie B tifoso spruzza spray al pepe su guardalinee per protesta. VIDEO

Incidente hot per la Papadakis, si rompe costume scoprendo il seno: “Il mio peggior incubo”

Melo Imai, dall’Olimpiade di Torino 2006 al porno: ora vuole tornare allo snowboard

Norvegia, si gioca il calcio per ubriachi: se sei sobrio, il goal è annullato


Condividi:


Leggi anche:
Da Valencia a Mosca pedalando, 6000 km per vedere la Spagna: "Tenda, sacco a pelo e vestiti, tutto sulla bici"
Commenti