Michela Moioli, 4 anni dopo il crociato rotto la rivincita: oro nello snowboard cross

16 febbraio 2018

Arriva la sesta medaglia e seconda d’oro per l’Italia a Pyeongchang grazie alla bergamasca Michela Moioli, che si aggiudica autorevolmente la spettacolare prova dello snowboard cross precedendo la francese Julia Pereira e la ceca Eva Samkova, campionessa in carica.

Una vittoria che segna il riscatto dopo la grave caduta e la rottura del crociato a Sochi 2014: tutta la gioia ma anche la tensione accumulata la portano alle lacrime durante la cerimonia di premiazione nella Medal Plaza.

Dopo il successo della portabandiera Arianna Fontana, altra affermazione dunque per il plotone azzurro che difende la posizione nella top ten del medagliere. Oltre ai due ori, 1 argento e tre bronzi.

Partenza equilibrata che vede Michela Moioli, da un paio d’anni al vertice della disciplina, leggermente attardata: ma guadagna gradualmente posizioni nella parte centrale per poi portarsi al comando, mantenendolo fino alla fine.

La Moioli, classe ’95 nativa di Alzano Lombardo e affiliata alla squadra dell’Esercito, aveva partecipato anche all’Olimpiade di Sochi 2014, ma nella finale era caduta procurandosi la rottura del legamento crociato.

L’oro dell’azzurra in questa spettacolare disciplina (chiamata anche boardercross)

La drammatica prova del 2014: Michela cade nella fasi finali, mentre lottava per il terzo posto.

LEGGI ANCHE:

Oro a Pyeongchang per Meagan Duhamel, la pattinatrice che salva i cani destinati ai ristoranti

L’oro olimpico Arianna Fontana dichiarava in TV a 7 anni: “Vincerò”. VIDEO

Short track, minacce di morte alla Boutin, sul podio al posto della Choi: “Se ti trovo muori”

Pyeongchang, i ristoranti sfidano il governo e continuano a vendere carne di cane


Condividi:


Commenti