Vestì l’azzurro. Ora Schelotto può giocare con l’Argentina contro l’Italia

14 febbraio 2018

Ezequiel Schelotto, argentino naturalizzato italiano ex giocatore di Cesena, Catania, Atalanta, Parma, Chievo, Sassuolo e Inter, potrebbe giocare contro l’Italia con l’Argentina. Niente di strano, essendo appunto argentino. Soltanto che Schelotto ha anche vestito la malgia azzurra dell’Italia. Per l’esattezza, sette volte con l’Under 21 di Casiraghi e una con  quella maggiore, allora diretta da Cesare Prandelli, il 15 agosto del 2012, a Berna, nella sconfitta per 2-1 con l’Inghilterra.

Partita amichevole e non ufficiale, in cui subentrò all’86°. Schelotto era nei 32 preconvocati per l’Europeo del 2012, ma poi non rientrò nella rosa per il torneo in cui l’Italia arrivò in finale, perdendo con la Spagna.

Quella circostanza, cioè che la gara non fu ufficiale fa sì che il giocatore che oggi ha 28 anni e gioca in Inghilterra nel Brighton, possa tornare utile a Jorge Sampaoli per le gare amichevoli che precederanno il Mondiale di Russia, appunto con Italia e Spagna, a marzo. Troppe assenze, per l’Argentina sulla fascia destra e, approfittando del fatto che Schelotto gioca in Europa, ecco l’idea: convocarlo. E il giocatore può rispondere alla chiamata. Lo prevede la Fifa che, nel 2015 stabilì la convocabilità in una Nazionale di giocatori che hanno che hanno vestito la maglia di un’alytra selezione in gare non ufficiali. Un altro argentino eleggibile per l’Albiceleste dopo aver vestito l’azzurro e Franco Vazquez, ex Palerm

o e ora al Siviglia.

 


Condividi:


Leggi anche:
Malesia-Emirati Arabi Uniti, amichevole... ma non troppo: è rissa, scatta il tutti contro tutti
Commenti