Gaffe su Corea del Sud e Giappone, la TV americana si scusa. Commentatore rimosso

Gaffe su Corea del Sud e Giappone, la TV americana si scusa. Commentatore rimosso
12 febbraio 2018

Proteste in Corea del Sud per un commento di Joshua Cooper Ramo, analista sportivo per NBC, la TV che trasmette l’Olimpiade negli Stati Uniti: “Ogni coreano vi dirà che il Giappone è un esempio”, la frase contestata. Non un insulto, ma certamente una grossa gaffe su Giappone e Corea.

Il fatto risale al giorno della cerimonia d’apertura, è diventato un caso quando è stato rilanciato nel Paese asiatico.

Secondo il quotidiano Korea Times Cooper Ramo (a destra nell’immagine) sarebbe stato “sollevato” (non licenziato, ma rimosso dal suo ruolo di commentatore TV degli eventi a Pyeongchang) dopo l’ondata di proteste.

La NBC, che si è scusata e ha aggiunto che gli organizzatori sono “padroni di casa eccezionali”, smentisce questa notizia sostenendo che il lavoro in TV del commentatore per l’evento olimpico era riservato alla sola cerimonia d’apertura.

Ipotesi di per sé non inverosimile ma che suona molto come spiegazione ad hoc, anche perché Cooper Ramo già nel 2008 aveva collaborato con NBC in qualità di esperto per l’Olimpiade di Pechino e certo non solo per la cerimonia d’apertura.

STORIA DI UN DOMINIO.  Questo il commento completo contestato: “Ogni coreano vi dirà che il Giappone è un esempio culturale, tecnologico ed economico che è stato importante per la loro trasformazione”.

Una frase assolutamente infelice in particolare perché è ancora ben presente alla memoria storica di tutti i Coreani (allora il Paese non era diviso in due parti) l’occupazione giapponese dal 1910 al 1945, peraltro a tratti molto violenta.

Si tratta oltretutto della seconda gaffe in questa Olimpiade di NBC, che durante la cerimonia di apertura aveva mandato in onda una scritta “PyeongChang, North Korea”.

Leggi anche:
Outing alle Olimpiadi invernali: ecco il bacio gay del freestyler Gus Kenworthy

LEGGI ANCHE:

Pyeongchang, aperta la XXIII Olimpiade invernale. Proteste fuori: “Trump, bombarda Kim Jong Un”

Pyeongchang, i ristoranti sfidano il governo e continuano a vendere carne di cane


Condividi:


Leggi anche:
Bennell, ex allenatore delle giovanili del City, condannato a 31 anni per pedofilia. Il giudice: "Pura malvagità"
Commenti