Vicenza, tifosi bloccano il pullman della Berretti: niente derby col Padova

Vicenza, tifosi bloccano il pullman della Berretti: niente derby col Padova
13 gennaio 2018

Il fischio d’inizio era previsto per le 14.30, ma Padova-Vicenza di Coppa italia di serie C non si giocherà: circa 300 tifosi biancorossi hanno infatti organizzato un picchetto e bloccato il pullman della formazione Berretti (ragazzi classe ’99 e 2000).

Gara annullata, in teoria si dovrebbe andare verso il 3-0 a tavolino per i patavini ma il Vicenza (vedi comunicato in fondo) attribuisce l’impossibilità di scendere in campo ad una decisione della Questura.

FALLIMENTO VICINO. La società biancorossa vive una situazione di grave crisi economica, il tecnico non ha usato mezzi termini nello spiegare come il fallimento sia vicino.

SCIOPERO. I giocatori della prima squadra avevano annunciato lo sciopero per il mancato pagamento degli stipendi di settembre e ottobre, dunque il match non si sarebbe dovuto disputare.

I CONTI SENZA L’OSTE… La proprietà ha però deciso di mandare la squadra dei ragazzi di 17 e 18 anni in casa del Padova, senza tuttavia fare i conti con i tifosi che, in segno di protesta contro Sanfilippo (appunto il numero uno e amministratore unico della società) e forse anche come segnale di solidarietà verso la prima squadra, hanno occupato il percorso del pullman.

I DEBITI. Il 31enne Fabio Sanfilippo ha rilevato il Vicenza lo scorso 18 dicembre per una cifra simbolica. La società è gravata da un arretrato di IVA per 6,5 milioni oltre ad avere una serie di debiti non ben precisati, stimati in circa 15 milioni.

Rischia di fallire e di abbandonare il campionato, dopo averne disputato (almeno finora) esattamente la metà.

IL “BIS” DEL GIRONE B. Sarebbe il secondo abbandono nel girone B dopo quello del Modena, già escluso: una situazione di eccezionale gravità che certifica anche il totale fallimento di chi è preposto a garantire il regolare svolgimento dei tornei.

In caso di fallimento del Vicenza e di incapacità di arrivare a fine torneo, il girone B passerebbe dalle originarie 19 squadre a 17, senza retrocessioni.

Leggi anche:
Suicida tifoso di Messi: si è gettato nel fiume, dopo la sconfitta aveva lasciato un biglietto

Di seguito il comunicato apparso intorno a mezzogiorno su vicenzacalcio.com:

A fronte della presenza di donne e bambini, le forze dell’ordine fanno sapere di non aver abbastanza personale che possa garantire la possibilità d’uscita del pullman e che non sarà fattibile la sua partenza.

La questura segnala oltre 1000 persone davanti al cancello [in realtà circa 300, n.d.r.], dalle foto e dalle dichiarazioni di alcuni giornalisti presenti sembrano decisamente meno, circa 300. A fronte della circostanza creatasi la partita dovrà intendersi a tutti gli effetti annullata.

Ci riserveremo di quantificare i danni e di individuare i responsabili degli stessi.

Vicenza Calcio si ritiene rammaricata del comportamento non giustificato da parte dei tifosi in quanto coloro che erano stati scelti per disputare la partita in evento sono comunque tesserati della società.

L’aver limitato la libertà di scelta di questi ragazzi, riteniamo sia decisamente lesiva della libertà di pensiero degli stessi.


Condividi:


Leggi anche:
Suicida tifoso di Messi: si è gettato nel fiume, dopo la sconfitta aveva lasciato un biglietto
Commenti