Matrix si arrende all’autovelox: l’attore Keanu Reeves multato a Cesenatico

Matrix si arrende all’autovelox: l’attore Keanu Reeves multato a Cesenatico
13 dicembre 2017

TRATTO da “Il Resto del Carlino”

Di fronte all’autovelox siamo tutti uguali. Poco importa, al flash delle macchinette, che a sfrecciare sia una strapagata star di Hollywood, idolo delle donne di mezzo pianeta. Così, anche Keanu Reeves si è dovuto piegare all’inesorabile legge del codice della strada: ed è toccato ai vigili urbani di Monte Cerignone reclamare l’obolo.

L’‘incidente’ di percorso è avvenuto circa un mese e mezzo fa, ma se ne è avuta notizia solo di recente. Il protagonista di Matrix era arrivato nelle Marche richiamato dal rombo dei motori di cui è appassionato estimatore. A cavallo di una moto Vyrus, casa motociclistica italiana che costruisce motociclette artigianali con sede a Cerasolo, si era concesso un pomeriggio di classiche ‘pieghe’ nell’entroterra pesarese, noleggiando un mezzo da una ditta di Coriano.

Ed è lì – precisamente lungo la strada provinciale 2 nel territorio di Monte Cerignone – che il flash dell’autovelox l’ha immortalato, quasi fosse un paparazzo appostato dietro la siepe. Reeves ha proseguito la sua marcia, inconsapevole della fototrappola, così come – evidentemente – del limite dei 50 chilometri orari, che stava superando in quel momento di una ventina di chilometri. Ma a distanza di qualche tempo, il verbale è stato notificato alla ditta di Coriano, che si è assunta l’onere delle spese (135 euro), ma ha anche dovuto dichiarare chi fosse alla guida. Ed è così che, dal fax del comando dei vigili, è magicamente apparsa la patente californiana di Keanu Reeves, gli inconfondibili tratti del viso, le generalità e persino l’indirizzo, che schiere di fan sarebbero disposte a pagare pur di conoscere.

Leggi anche:
Esce di strada con la moto a 190 all'ora. Divieto di guida e condanna ai lavori sociali

Ma se a qualcuno fosse venuto un pensiero…. «Per carità, è tutto agli atti, in archivio – si affretta a precisare Corrado Giusti, comandante sul territorio di Mercatino Conca, Monte Cerignone e Monte Grimano –: non possiamo divulgare queste informazioni… Per noi è stata una normale procedura. Lui nemmeno lo sa di aver preso una multa». D’altronde, forse solo l’‘Eletto’, abituato a schivare i proiettili, avrebbe potuto evitare quel flash. Puoi battere Matrix, non una multa.


Condividi:


Leggi anche:
Muore arbitro in Repubblica Ceca: è stato colpito al petto dal peso di sei kg
Commenti