Italia-Svezia, le formazioni ufficiali: Gabbiadini e il “ripescato” Jorginho dall’inizio

Italia-Svezia, le formazioni ufficiali: Gabbiadini e il “ripescato” Jorginho dall’inizio
13 novembre 2017

Le formazioni ufficiali di Italia e Svezia, che si affrontano nel ritorno del play-off di qualificazione al Mondiale: si parte dal goal di Johansson dell’andata, agli azzurri serve una vittoria con due goal di scarto (con l’1-0 si va ai supplementari, un’altra vittoria con un goal di scarto qualifica gli scandinavi).

Ventura conferma il modulo ma con 3 cambi: uno era necessario per la squalifica di Verratti, al suo posto un po’ a sorpresa, come era emerso dall’allenamento di rifinitura, schierato Jorginho, a lungo invocato da buona parte di critica e tifosi ma fino a questo spareggio ignorato dal c.t., tanto che ha alle spalle solo 2 amichevoli con la maglia della nazionale.

De Rossi, non al meglio, perde il posto a favore di Florenzi, mentre Belotti, anche lui non in ottime condizioni in seguito all’infortunio rimediato a inizio ottobre, cede il posto a sorpresa a Gabbiadini, attaccante del Southampton. Dunque non ci sarà Insigne, almeno non dal primo minuto.

Fra gli avversari dentro l’autore del goal dell’andata per Claesson, Lustig riprende il suo posto dopo aver scontato il turno di squalifica: si accomoda in panchina il bolognese Krafth.

Gli azzurri non mancano l’appuntamento Mondiale dal 1958.

Queste le formazioni ufficiali e i 12 in panchina:

ITALIA (3-5-2): 1 Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Gabbiadini, Immobile.

A disposizione: Donnarumma, Astori, Zappacosta, Rugani, Gagliardini, De Rossi, Bernardeschi, Insigne, Eder, El Shaarawy, Belotti, Perin. All.: Ventura.

Svezia (4-4-2): Olsen, Lustig, Granqvist, Lindelöf, Augustinsson; Claesson, S. Larsson, Johansson, Forsberg; Berg, Toivonen.

A disposizione: Johnsson, Olsson, Helander, Jansson, Durmaz, Ekdal, Rohden, Sema, Svensson, Guidetti, Thelin, Nordfeldt. All.: Andersson.



Leggi anche:
Moggi: "Ventura un pacco di Lotito: doveva andare alla Lazio, poi l'ha rifilato a Tavecchio"
Commenti