Raikkonen lancia la sfida per il 2018: “Punterò al titolo, corro per stare davanti in ogni week-end”

Raikkonen lancia la sfida per il 2018: “Punterò al titolo, corro per stare davanti in ogni week-end”
9 novembre 2017

Kimi Raikkonen si presenta in conferenza stampa in Brasile, nel circuito di Interlagos dove 10 anni fa vinse il suo titolo nonché l’ultimo della Ferrari. E lancia la sfida per il 2018: “Voglio lottare per stare davanti tutti i weekend, correrò per vincere il campionato“.

PROBLEMI DI SET-UP. Una stagione non esaltante quella del numero 7, che non ha ancora conseguito un successo (ma per il team ha sacrificato una quasi certa vittoria in Ungheria), quinto nel Mondiale dietro Ricciardo (178 contro 192 punti): cosa non ha funzionato? “Quest’anno abbiamo iniziato male, non siamo dove dovremmo essere”, esordisce.

“Poi, questa è una mia sensazione personale, non sono felicissimo del set-up, c’è voluto un po’ per capire che direzione prendere e abbiamo avuto diverse difficoltà per vari motivi.

“Come squadra abbiamo comunque fatto dei progressi rispetto all’anno scorso, anche se non sono stati abbastanza per rispondere alle nostre aspettative: come Ferrari puntiamo a vincere entrambi i titoli.

“Occorre che né noi piloti né il team commettiamo errori perché alla fine le piccole cose hanno avuto un ruolo importante per com’è andato il Mondiale”.

UN 2018 DA PROTAGONISTA. Ancora un anno di contratto, che a 38 “primavere” potrebbe essere l’ultimo. Ma Kimi non si pensa al momento al dopo-Formula 1 né ad un ruolo da secondo di Vettel: “Voglio lottare per stare davanti tutti i weekend, correrò per vincere il campionato l’anno prossimo”.

IL TITOLO DEL 2007. Nell’autodromo di Interlagos intitolato a Carlos Pace, il 21 ottobre del 2007 Raikkonen si laureò campione del Mondo (allora era l’ultima gara in calendario).

Quali ricordi e sensazioni suscita tornare qui, a distanza di 10 anni? La risposta è in pieno stile Iceman: “Beh, è stato molto tempo fa. Fu una bellissima giornata, tutto l’anno però era stato fantastico. Ovviamente l’anno finì quel giorno in un certo senso.

“Ci sono stati moltissimi bei momenti, altri meno, però ovviamente sono felice di questi ricordi. Non ci ho pensato più di tanto dopo perché non è che questo mi cambi la vita oggi“.

MASSA SI RITIRA. Penultima gara della carriera per il “padrone di casa” Massa, che aveva annunciato il ritiro già nel 2016 salvo poi accettare la proposta della Willliams per un’altra stagione.

Viene chiesto a Raikkonen di spendere alcune parole sul suo ex compagno: “Si ritira? Vediamo, magari si ripresenta a Melbourne come quest’anno… Ho sempre avuto un bel rapporto con Felipe, si respirava una bella atmosfera quando eravamo assieme in Ferrari.

“Abbiamo vinto due mondiali costruttori da compagni di squadra, sono stati degli ottimi anni. Gli auguro davvero il meglio”, ha concluso.

LEGGI ANCHE: GP di Suzuka 2005, la straordinaria impresa di Kimi Räikkönen

LEGGI ANCHE: Il piccolo Thomas piange per l’uscita di Räikkönen, Kimi lo incontra

LEGGI ANCHE: Un Kimi Räikkönen giovanissimo al servizio militare, tra esercizi e ordini ai soldati semplici

LEGGI ANCHE: Vettel compie 30 anni: il regalo di Räikkönen. E dire che se n’era quasi dimenticato…


Condividi:


Commenti