Ultrà Lazio, nella curva della Roma lasciano adesivi antisemiti ed Anne Frank in giallorosso

anna frank e la curva della lazio
anna frank e la curva della lazio
23 ottobre 2017

I tifosi della Lazio, temporaneamente spostati domenica sera dalla Curva Nord alla Curva Sud occupata di solito dai tifosi della Roma, hanno lasciato il segno, purtroppo in negativo: si sono resi protagonisti di diversi insulti antisemiti, spicca l’oltraggio alla memoria perpetrato con la diffusione di figurine di Anne Frank in maglia giallorossa, usata come una sorta di “sfottò” per i tifosi della Roma.

La Lazio ha superato il Cagliari 3-0 nel posticipo serale e per l’occasione Lotito ha pensato di aggirare la squalifica per cori razzisti con uno stratagemma, offrendo la Sud, di solito chiusa durante le partite della Lazio, al prezzo simbolico di un euro.

Il risultato è quello offerto dalla immagini, una serie di adesivi denigratori ed antisemiti. E c’è da chiedersi cosa accadrà in occasione di Lazio-Udinese del 5 novembre, visto che anche in quell’occasione la Curva Nord, del gruppo “Gli Irriducibili”, dovrebbe spostarsi nella Sud.

Anne Frank, come noto, fu un’adolescente ebrea che come milioni di persone perse la vita, a 15 anni, per mano dei nazisti: grazie alla testimonianza del suo “Diario”, rinvenuto dopo la morte, Anne divenne simbolo di una vita che resiste malgrado le difficoltà del vivere rifugiati, nel timore quotidiano di essere scoperti e deportati.

Come poi avvenne ad Anne, che morì di tifo con la sorella Margot nel campo di concentramento di Bergen-Belsen.


Condividi:


Commenti