Telecronista russo insulta l’arbitro in diretta e poi resta in silenzio per 25 minuti

Loading the player...
12 ottobre 2017

Davvero incredibili quei due rigori non assegnati dall’arbitro, durante la partita del campionato russo tra Torpedo e Tekstilshchik. Tanto da mandare in bestia il telecronista, Vladimir Nikolsky, che prima insulta il giudice di gara e poi rifiuta di commentare la parte di gara successiva ai due episodi.
I fatti: al 65′, il portiere del Tekstilshchik, Alexei Smirnov, dopo aver lisciato il pallone in un’uscita, per fermare un avversario lanciato in contropiede, recupera sul giocatore e lo travolge. Il fallo, evidente, avviene chiaramente dentro l’area, ma l’arbitro prima indica il dischetto, poi cambia idea: è punizione dal limite. Sul successivo calcio di punizione, un difensore respinge con il braccio. Nikolsky va in escandescenze, insulta l’arbitro, invitandolo a mettere gli occhiali. Quindi, decide di non commentare più la partita, per i 25 minuti rimasti da giocare.



Leggi anche:
Nel parapiglia di Everton-Lione anche un padre col bimbo in braccio. Indaga la polizia
Commenti