Arrivabene si prende il tapiro (ed una candela): “Ferrari attapirata ma non ci arrendiamo”

ferrari-arrivabene-stafelli-tapiro-4
12 ottobre 2017

Dopo le recenti sventure Ferrari il team principal della scuderia Maurizio Arrivabene ha accettato il “premio” di Striscia la notizia, il celebre Tapiro d’oro, per l’occasione in formato extra-large, soffermandosi a commentare il momento negativo: “Ferrari al livello della Mercedes. Siamo attapirati ma non ci arrendiamo”.

Assieme al tapiro gli viene consegnata anche una candela di cera, come simbolo di quel pezzo, una candela (ma di motore), che ha presto causato il ritiro di Vettel nel GP di Giappone a Sukuza. Una candela, spiega Staffelli, da usare come votiva…

Problemi tecnici anche in Malesia, mentre a Singapore i due piloti del Cavallino si sono scontrati alla prima curva insieme a Verstappen, ritirandosi. E a 4 gare dal termine Vettel accusa un distacco di 59 punti, difficilmente colmabile, da Lewis Hamilton.

Così Arrivabene: “Siamo tutti attapirati però non ci arrendiamo mai. Sono successe delle cose, non sono state piacevoli… Non siamo inferiori alla Mercedes, anzi quest’anno l’abbiamo già battuta qualche volta, dobbiamo solo spingere ancora di più. La macchina ha dimostrato di essere molto, molto buona, ma ci vuole anche un po’ di culo…”

L’ennesimo problema tecnico ha peraltro portato ad un cambio nello staff: la spagnola Maria Mendoza, 42enne in Fiat dal 2002 e poi in FCA, è stata cooptata come guida del team incaricato di controllare e verificare la qualità dei pezzi. Una scelta sensata ma, come minimo, tardiva.



Leggi anche:
Formula 1, nelle libere di Austin comanda Hamilton. Qui ha il primo "match point"
Commenti