UEFA Nations League, parte il nuovo torneo europeo per nazioni: Italia in Lega A

UEFA Nations League, parte il nuovo torneo europeo per nazioni: Italia in Lega A
11 ottobre 2017

La UEFA pubblica le date d’inizio della Nations League, il nuovo torneo europeo per nazioni che partirà nel settembre 2018: si svolgerà nell’arco di una stagione ed avrà cadenza biennale, diviso in 4 Leghe (in italia diremmo “serie”), con tanto di promozioni e retrocessioni: l’Italia farà parte delle 12 nazionali in Lega A.

Il numero delle partecipanti, come reso noto quando la UEFA ha annunciato il torneo, sarà di 55 (e non 54 come nelle ultime qualificazioni europee), perché vi prenderà parte una nuova federazione, quella del Kosovo (i cui club hanno già esordito nelle coppe europee), malgrado ancora non abbia concluso il suo cammino d’indipendenza.

Ora vengono ufficializzati composizione delle leghe e date delle partite. I gironi saranno 4 per Lega e verranno sorteggiati il 24 gennaio a Losanna.

L’Italia sarà dunque in “Serie A” con Germania, Belgio, Portogallo, Spagna, Francia, Inghilterra, Svizzera, Polonia, Islanda, Croazia e Olanda: è l’unica Lega che alla fine vedrà disputarsi una “final four”, per stabilire la vincitrice della competizione, fra il tra il 5 ed il 9 giugno 2019 con semifinali, finale terzo posto e finalissima.

La Nations League servirà anche da percorso di ripescaggio per qualificarsi all’Europeo: 4 i posti assegnati per la rassegna continentale attraverso questo nuovo torneo, con play-off fra il 26 ed il 31 marzo 2019.

Le composizioni di leghe, i rispettivi gironi e le date.

LE DATE. Le giornate sono 6, fra settembre e novembre: 6-8 settembre, 9-11 settembre, 11-13 ottobre, 14-16 ottobre, 15-17 novembre, 18-20 novembre.

LE LEGHE.

LEGA A: Germania, Portogallo, Belgio, Spagna, Francia, Inghilterra, Svizzera, Italia, Polonia, Islanda, Croazia, Olanda.

Quattro gruppi da tre, le vincenti dei rispettivi gironi accederanno alla final four.

Leggi anche:
Messi raggiunge quota 100 nelle coppe europee (e ci mette molto meno di Ronaldo)

La nazione ospitante della fase finale verrà scelta nel dicembre 2018 tra le quattro finaliste. Le quattro ultime dei gironi retrocederanno in Lega B per l’edizione 2020-2021.

LEGA B: Austria, Galles, Russia, Slovacchia, Svezia, Ucraina, Repubblica d’Irlanda, Bosnia Erzegovina, Irlanda del Nord, Danimarca, Repubblica Ceca, Turchia.

Quattro gruppi da tre, le vincenti dei rispettivi gironi verranno promosse in Lega A, mentre le quattro ultime retrocederanno in Lega C.

LEGA C: Ungheria, Romania, Scozia, Slovenia, Grecia, Serbia, Albania, Norvegia, Montenegro, Israele, Bulgaria, Finlandia, Cipro, Estonia, Lituania.

Un girone da tre e tre da quattro. Le quattro vincitrici dei gironi verranno promosse in Lega B, mentre le ultime quattro retrocederanno in Lega D.

LEGA D: Azerbaigian, Macedonia, Bielorussia, Georgia, Armenia, Lettonia, Far Oer, Lussemburgo, Moldova, Kazakistan, Liechtenstein, Malta, Andorra, Kosovo, San Marino, Gibilterra.

Quattro gruppi da quattro, con le quattro vincenti dei gironi che verranno promosse in Lega C. Nessuna retrocessione.

Alla fine di ciascuno dei 16 gironi, la prima squadra del girone che non si sia classificata all’Europeo attraverso il percorso tradizionale delle qualificazioni (che dunque rimane) accede ai play-off con 16 squadre, a fine marzo come spiegato.

uefa-nations-league-coppa-delle-nazioni



Leggi anche:
Bacca: "Ho giocato nel peggior Milan della storia"
Commenti