Roma-Atletico Madrid 0 a 0 con un super Alisson, ma manca un rigore per mani di Vietto

Roma-Atletico Madrid 0 a 0 con un super Alisson, ma manca un rigore per mani di Vietto
13 settembre 2017

La Roma riesca a strappare un pareggio con un match a reti bianche in cui l’Atletico Madrid ha fatto la partita andando vicino al goal in più occasioni, fermato da un super-Alisson ma anche dai propri errori. Proprio i giallorossi però possono recriminare per un fallo di mano (o per l’esattezza braccio) Vietto nell’area romanista su cross di Perotti.

Di Francesco decide di schierare Bruno Peres sulla fascia, rimandando l’esordio in partite ufficiali di Florenzi, rientrato nella “partita del cuore” con la Chapecoense; scelto juan Jesus accanto a Manolas, per il resto l’11 è quello consueto.

Già al 3′ gli uomini di Simeone potrebbero passare in vantaggio, ma Saul Niguez da buona posizione manda a lato. Su una leggerezza di Defrel l’Atletico può arrivare ancora al tiro con Vietto, ma la soluzione è centrale.

Ancora una volta (stavolta è Nainggolan a farsi rubar palla) la Roma perde palla quasi al limite dell’area e ancora una volta i Colchoneros non sfruttano il regalo (tiro di Griezmann fuori).

Break Roma: prima il cross di Perotti (23′) su cui ci sarebbe rigore per il braccio largo di Vietto, poi Nainggolan centra lo specchio della porta in modo pericoloso con un tiro dalla distanza alla mezz’ora in esecuzione di uno schema.

Subito dopo la più grande occasione del primo tempo, tiro di Koke a botta sicura e salvataggio sulla linea di Manolas, Alisson subito dopo respinge la soluzione ravvicinata di Griezmann.

Nella ripresa sale in cattedra Alisson: prima sul tentativo di pallonetto di Vietto (sfuggito troppo facilmente alla difesa), poi sul tiro velenoso di Correa.

Di Francesco capisce che non è serata e al 68′ inserisce Fazio per Defrel. Missione: portare a casa un punto.

Leggi anche:
Milan-Austria Vienna, Bonucci continua a "spostare gli equilibri": il clamoroso autogoal

Ancora Alisson si oppone ad un tiro da fuori di Correa e infine nel recupero su Saul, che a porta vuota riesce poi nella difficile impresa di non trovare il bersaglio, seppur da posizione leggermente defilata.

L’impressione è che più l’imprecisione degli ospiti (unita alle prodezze di Alisson) abbia permesso ai giallorossi di strappare un punto comunque importante.

E alla fine sono proprio i capitolini a recriminare, sia per due contatti (su cui è difficile però trarre conclusioni) sia soprattutto per un tocco di mani.

Per la precisione, anzi, di braccio: al 23′ Vietto intercetta il cross di Perotti: braccio largo e distanza di diversi metri, il rigore pare piuttosto netto.

Roma-Atletico Madrid 0-0, tabellino.

ROMA (4-3-3): Alisson 8, Perez 6, Manolas 7, Juan Jesus 6,5, Kolarov 6, Strootman 5,5, De Rossi 5,5, Nainggolan 6 (79′ Pellegrini s.v.), Defrel 5,5 (68′ st Fazio 6), Dzeko 5,5 (89′ El Shaarawy s.v.), Perotti 6,5. All.: Di Francesco 6.

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak, Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis, Koke, Thomas Partey, Gabi (62′ Carrasco), Saul, Griezmann (79′ Gaitan), Vietto (59′ Correa). All.: Simeone 6

Ammoniti: Perotti.



Leggi anche:
Ripescaggio Italia: il Perù modifica il progetto di legge sullo sport per non perdere il Mondiale
Commenti