Napoli, debutto con lo Shakthar (ma a 300 km da Donetsk), due dubbi per Sarri

Napoli, debutto con lo Shakthar (ma a 300 km da Donetsk), due dubbi per Sarri
13 settembre 2017

Questa sera, mercoledì 13 settembre, il Napoli di Sarri gioca in Ucraina contro lo Shakhtar Donetsk, con un paio di ballottaggi per una maglia nell’11 titolare. Teatro della sfida non sarà la Donbass Arena di Donetsk, bensì al Metalist Stadium di Kharkiv.

Nel 2014 infatti lo stadio che ospitava la squadra ucraina, inaugurato appena 5 anni prima e costato circa 350 milioni di euro, fu gravemente danneggiato nel corso degli scontri fra le milizie ucraine e quelle russe, durante il conflitto che ha portato infine alla conquista russa della Crimea.

Per trovare un impianto adatto anche agli standard della Champions League e non usato da altri club, lo Shakhtar s’è dovuto prima spostare fino a Lviv, al confine con la Polonia, ad addirittura oltre 1000 km in linea d’aria da Donetsk.

Ciò per due anni abbondanti, fino al “provvidenziale” fallimento del Metalist Kharkiv che ha permesso dall’inizio del 2017 di utilizzare il Metalist Stadium (situato all’interno del complesso Metalist Oblast Sports Complex), a 250 km in linea d’aria, circa 305 su strada.

Quanto ai partenopei, le indicazioni della vigilia danno Milik titolare, al posto di Mertens ma non è escluso che il belga venga spostato sulla fascia e venga dato un turno di riposo ad Insigne, apparso leggermente appannato nelle ultime uscite (e forse ha contribuito in ciò il c.t. della nazionale Ventura e il lavoro sulla fascia richiesto al campano).

A centrocampo ha guadagnato posizioni con le ultime ottime uscite in campionato il polacco Zielinski: potrebbe partire titolare, con lui Hamsik ed uno fra Jorginho, Allan o, più probabilmente, Diawara.

Anche il capitano in effetti è stato poco brillante di recente, tanto che è stato sostituito al 60′ contro il Bologna, come ha rimarcato con una punta polemica l’agente dello slovacco, che comunque sarà confermato in mezzo al campo.

La speranza degli appassionati italiani è che possa arrivare una vittoria dopo lo stentato pareggio interno della Roma e la scoppola rimediata dalla Juventus al Camp Nou. Previsti in Ucraina circa 250 tifosi per i napoletani.

Leggi anche:
Serie A, si riparte col botto: gli anticipi Roma-Lazio e Napoli-Milan

Questo il più probabile 11 titolare (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Milik, Insigne.

A disposizione: Sepe, Maggio, Maksimovic, Rog, Jorginho, Allan, Mertens. All. Sarri.

Per lo Shakthar, che dovrà fare a meno della coppia di centrali titolare (oltre al lungodegente Malyshev anche Krystov), questi i probabili titolari (4-2-3-1):

Pyatov; Srna, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Stepanenko, Fred; Marlos, Taison, Kovalenko; Ferreyra.

A disposizione: Shevchenko, Azewdo, Bernard, Dentinho, Petriak, Chocholava, Blanco Leshuk. All. Fonseca.



Leggi anche:
Parla Ventura: "Le sconfitte non hanno una sola verità"
Commenti